The Second

Ecografia 4 mesi okAspettare un secondo gnappo è come non aspettarlo: di fatto non se lo caga nessuno. E’ l’ingiusta vita dei secondi. Una volta infatti per levarseli di torno li mandavano alle Crociate. Adesso invece gli va decisamente meglio. Però non ci sono dubbi: se per il primo figlio tutti gli occhi sono puntati sul pancione, quasi in adorazione della dea della fertilità, per il secondo le attenzioni alla mamma si riducono a un semplice: “Come stai?”.

Io un po’ mi sento in colpa. A questo secondo non ci sto proprio pensando. Il gnappo assorbe come sempre un sacco di energie. Tutte le energie sono sempre per lui. Anna sta andando a fare i controlli di routine e per fortuna finora sta andando tutto bene. Lei adesso fisicamente è ok, a parte qualche svomitazzata improvvisa. C’è anche la stanchezza cronica, dovuta alla mancanza di sonno e al fatto che non si riposa abbastanza. Ma con il gnappo operativo e cazzutissimo è difficile trovare dei momenti di relax.

Quindi niente, il secondo gnappetto se ne sta lì, tranquillo a nuotare nel suo liquido amniotico, alla faccia del fratellino che ancora non sa cosa lo attende (e neanche noi, a dir la verità). Anche se tutti gli amici e i parenti quando vedono il gnappo glielo ricordano, come se fosse una minaccia: “Eh, vedrai quando arriverà il fratellino…”. Iniziano a fargli terrorismo psicologico adesso, mannaggia a loro. Noi invece preferiamo evitare. Quando ci sarà vedremo. Adesso è presto. Eviterei di rovinargli i suoi ultimi mesi da figlio unico. Glieli farei godere come se non ci fosse un domani. Come dire, “a ogni giorno basta la sua pena”.

L’importante ovviamente è che tutto proceda bene. Possibilmente senza complicazioni. E’ questo va un po’ a culo ovviamente (oltre a non prendersi rischi inutili). Poi per il resto non ci stiamo proprio pensando a chi ci sia là dentro. Lo abbiamo visto in lontananza nell’ultima ecografia. Un gamberetto attaccato al suo cordone. Bbella la vita guagliò! Te ne stai lì in un utero, al caldo, bello comodo con un sacco di spazio (per adesso). Ci farei la firma.

Per il nome ancora non ci abbiamo pensato. E infatti non lo stiamo chiamando. Io ho azzardato un’ipotesi che Anna subito mi ha bocciato, quindi l’ho ritirata. Vedremo più avanti se ci verrà l’ispirazione. per il momento lo chiamiamo semplicemente “The Second”. Che sta lì, buono buono e cresce. Noi non lo caghiamo di striscio. Poi tra un po’ ci penserà lui a metterci in riga.

Poi rileggo i miei vecchi post sul tema. E mi fa strano, adesso che lui (chiunque lui sia e come si vorrà chiamare) c’è.

  • ilenia

    E’ un po’ triste, però non sei il primo che sento dire così. Io credo che se stessi aspettando il secondo e qualcuno facesse terrorismo al primo lo cazzierei di brutto. Probabilmente sarà già difficile fargli accettare il fratellino, non penso sia necessario infierire.

    • Anche secondo me non bisogna infierire e ricordarglielo ad ogni momento come se fosse una minaccia. Per il secondo, bè, è un po’ triste ma è così. Prendiamola come viene va…

  • Nel nostro caso erano gli altri a non considerare il Ranocchione (per certi versi però per me è stata una pacchia, vuoi mettere suocera meno presente?? ahhhhh!) io però mi sentivo in colpa nei confronti di entrambi, giusto per crearci un po’ di seghe mentali… Dispiaciuta per Ranocchia perchè ancora non camminava bene e per paura del peso cercavo di prenderla in braccio il meno possibile e dispiaciuta per Ranocchio perchè comunque mi stancavo il triplo e coccolavo meno la pancia… Però da quando è nato…. diciamo che è talmente parac**o e affettuoso con la mamma che non averlo sempre addosso a mò di marsupiale è impossibile.. maledetti maschi! 😀

    • Eh eh, sono tecniche di sopravvivenza dei secondi. Belli loro.

  • Sissy

    Io non avrei mai avuto il coraggio di mettere nero su bianco questi pensieri… ma li ho avuti, eccome! E per me è peggio, visto che sono LA MAMMA. Ma poi, parlando con altre mamme ho capito che sono pensieri del tutto normali. Della mia prima figlia mi sono innamorata quando ancora era lunga pochi millimetri… facevo yoga, leggevo libri, guardavo film a tema, mangiavo sano, mi circondavo di cerbiatti, uccellini e micetti rosa… con la seconda in pancia ho fatto di tutto (un trasloco incluso all’ottavo mese): ogni tanto mi sentivo in colpa, ma il senso di colpa nei confronti della prima che non sarebbe più stata l’unico amore della mia vita era ancora più forte. E quindi la piccola, era sempre in secondo piano. Poi il travaglio con i classici “tiratemela via, tiratemela fuori, basta, non voglio più partorire” con pentimenti di ogni sorta! E poi LEI… un colpo di fulmine che ha stravolto la mia vita. Banalità ma realtà: l’amore non si divide, ma si moltiplica! E c’è spazio per tutte e due… anzi, ci sono nuovi sentimenti che nascono, come il senso d’orgoglio nel vedere la grande fare da “sorella maggiore”… e l’amore infinito e travolgente che esplode all’improvviso per quell’esserino a cui non avevi più di tanto badato in gravidanza … Chissà se vale anche per il terzo! 😀

    • Credo anch’io siano pensieri normale e non c’è nulla di male a non coccolare la pancia o a non pensarci h24. L’importante è che il piccolo stia bene, che la mamma non si prenda rischi inutili ecc. Secondo me un po’ di attenzione paranoica in meno non può fare altro che bene a un figlio. Bello il fatto che l’amore non si divida ma si moltiplichi. E’ veramente una cosa straordinaria. Non c’è due senza tre dicono (andiamoci piano va) 🙂

  • Elisa

    Inevitabilmente il gnappo c’è e pretende the Second ancora no…
    Tu pensa che il nome del mio secondogenito è stato deciso il giorno prima di partorire (10 giorni dopo il termine previsto) e con le prime contrazioni i miei pensieri erano per la gestione della piccoletta di 18 mesi.

    PS complimenti per il taglio del blog…il punto di vista maschile è per me illuminante.

    Elisa

    • Un nome last minute, fantastico. In effetti adesso di cose a cui pensare ce ne sono anche troppe. Grazie e a presto!

  • Roberto

    Ciao!
    Quando aspettavamo il secondo baby il mio primo aveva 5 mesi, quindi non avevamo ancora capito come funzionava il primo, figurati il secondo…. ci pensavano i soliti “maestrini” a ricordarci che c’era….! ” che incoscienti…. ” “ma non sapete che i figli costano?????” ” ma come farete…” ” occhio perchè i secondi non sono come i primi….” “avete voluto la bicicletta…adesso pedalate! ” ” ma non avete la televisione…” “ma non siete un po’ vecchiotti per fare il secondo???” fino ad arrivare al commento che più mi fa venire la pelle d’oca..” ma l’avete cercato o è capitato????” chiaramente, mi sono sbizzarrito a dare le risposte più assurde (a domanda cretina do risposta cretina!!) ah ah ah !

    Stai sereno , solo il fatto che ci pensi è già amore!!

    Buona serata

    Roberto

    • “Ma non avete la televisione… ” è il top dei commenti 🙂 si vede che queste tv al led si rompono facilmente” Cavolo, voi avete fatto un 1-2 fantastico, 5 mesi di distanza, sono quasi gemelli praticamente! Grazie per il supporto, io sto sereno (per ora…) 😉

      • Roberto

        Sì 14 mesi di differenza, poi figurati il secondo è nato che pesava più di 4 kg quindi sembrava lui il fratello maggiore… messi insieme sono una calamità naturale, spero nel futuro !!!

        riciao

        Roberto

  • Dany

    ciao. Ti leggo spesso ma non ho mai scritto. Questa volta però vorrei raccontarti la mia esperienza.
    La mia prima bimba dev’essere più o meno come il tuo gnappo: ha 31 mesi. Il mio secondo bimbo è nato invece i primi di aprile, scoprendo di essere incinta al compimento dei 21 mesi della mia bimba. Già da subito l’abbiamo resa partecipe della situazione e anche le visite le ho sempre fatte in sua presenza. L’arrivo del bambino è stato così vissuto come un’evoluzione normale della situazione e non come una bomba atomica arrivata dal nulla. Per certi versi la mia bimba ha patito più il pre che il post e tutto sommato l’ha presa molto bene. Spesso io e mio marito ci facciamo mille problemi e lei li fuga in un nulla. A soli 29 mesi ci ha insegnato davvero tanto sulla fiducia, responsabilità e comprensione che una bimba così piccola riesce ad avere più di molti adulti. Ritengo cmq che la gelosia sia un sentimento normale e che dipenda anche molto dal carattere.
    Dovessi tornare indietro però rifarei tutto perché il risultato è andato ben oltre le nostre aspettative lasciandoci allibiti e sorpresi positivamente.

    Tutto ciò per dirti di non escludere vostro figlio da questa esperienza che nulla gli toglie, ma che lo arricchirà solamente. Vivetela tutti insieme e il secondo bimbo sarà automaticamente più “partecipe” in voi e voi in lui.
    Un fratello può solo essere un arricchimento e mai un peso ma questo dipende anche molto da come i genitori presentano il nuovo arrivato.

    Scusa se mi sono permessa ma credo sia un trauma peggiore avere un nuovo inquilino dal nulla, che sapere che c’è già silente e che tra qualche mese si mostrerà.

    • Ciao e grazie per esserti permessa! È davvero un consiglio utile sapere il parere di chi ci è già passato. Cercherò di coinvolgere il gnappo per quanto possibile, sperando che capisca e che nob si arrabbi ancora di più. Forse le femmine sono più avanti dei maschi in questo, ma essendo lui parte della famiglia è giusto coinvolgerlo coi dovuti tempi e modi. Ci proveremo! 🙂


      http://www.vitadapapa.it

      • Dany

        vedrai che anche il maschietto ti sorprenderà. Ricorda che quando i maschi sono dolci, lo sono molto di più delle femminucce. 😉
        Per quanto riguarda l’arrabbiarsi purtroppo ci passo anche io tutti i giorni. 1000 litigate e non si capisce come ma vince sempre lei. 😀

  • Luca

    Pensa che noi abbiamo scoperto alla seconda ecografia che il secondo in realtà erano secondo e terzo… Il primo, (che adesso ha 27 mesi) è stato reso partecipe della gravidanza e spesso andava a baciare la pancia della mamma. Adesso è abbastanza protettivo nei confronti dei fratellini, soprattutto quando estranei si avvicinano per vederli quando siamo in giro, e diventa geloso solo quando è stanco o ha qualcosa che non va.

    • Un 2×1 last minute! Non male come offerta 🙂 Vedremo di rendere partecipe anche il gnappo anche se appena gliene parliamo adesso sembra far finta di niente.


      http://www.vitadapapa.it

  • Francesco

    eh condivido in pieno!! il nostro secondo è nato a novembre, 2 anni dopo il primo, ci facevamo meno caso noi, per gli altri c’era solo il primo. comunque non temere ci sarà un primo periodi di assestamento, di lotta per le attenzioni, di “mettilo via” (detto dal primo riferito al secondo) ma poi cominceranno le carezze e le botte. Vedrai che in 4 sarà sempre tutto bellissimo!

    • Grazie per l’incoraggiamento Francesco, speriamo sia come dici tu. Meglio botte tra maschi che tirate di capelli tra femmine 🙂 “Mettilo via” è bellissimo!

  • Sabina Frauzel

    tutto troppo vero e quoto al 100% Sissi. se a te fanno commenti sulla tv mancante al secondo e con 3 anni di differenza dal primo, pensa a noi che abbiamo fatto il terzo col “grande” quattrenne! XD ma che ci vuoi fare, la gente qualcosa -stupida nel 90% dei casi- da commentare la trova a prescindere…sono una neo lettrice e ne approfitto per complimentarmi sia per il nuovo arrivo -ha un mese meno del nostro!- che per il blog che è fichissimo 😀 http://www.theswingingmom.com

    • Ciao Sabina, benvenuta e grazie per il complimenti! bravi voi con 3 gnappi piccoli, chissà che splendida vita incasinata! 🙂 Un abbraccio e a presto.