Archivi categoria: Noi quattro

Nella nuova scuola di luglio

Altro giro altro regalo.

Oggi i gnappi hanno iniziato la scuola estiva, aka il centro estivo.

A Milano funziona così: molti asili chiudono e a luglio le classi vengono accorpate in alcune scuole che rimangono aperte.

Stamattina è stato il loro primo giorno nella nuova scuola. Visto che tutti e due sono abitudinari come pochi, già temevamo l’impatto.

Stamattina è toccato a me portarli entrambi. E non è stato facile. Emotivamente parlando.

Continua a leggere

Pensieri sparsi per la Festa del papà

festa del papà 2018Un post sulla Festa del Papà ci sta sempre.

Nel blog di un papà scrivere un post sulla Festa del Papà è un must.

Un papà blogger non può non scrivere della Festa del Papà, senno che papà blogger sarebbe?

Ecco, ci siamo capiti…

Oggi pensavo non tanto alla Festa del Papà (a proposito, buon onomastico a tutti i Giuseppe) quanto alla velocità con cui i gnappi sono cresciuti.

Continua a leggere

Vari-cella (ed eventuali)

Ehilà. Come va? Tutto bene?

Ehm.

A momenti mi dimentico la password del blog tanto è il tempo che non scrivo… Vabé.

Dopo le vacanze abbiamo dato con la varicella dei gnappi. Prima The Second che si è ammalato in montagna e poi il gnappo che sta smaltendo in questi giorni le ultime croste.

Continua a leggere

I capricci di prima mattina

The Second pratoThe Second è una capa tosta. Nei suoi primi (quasi) tre anni di vita ci ha fatto capire di essere un tipetto bello tosto. Un piccolo caterpillar che non va giù tanto per il sottile. E’ sempre mamma-dipendente e quando vuole una cosa fa di tutto per ottenerla.

Non lo freghi (a) quello lì. Ti frega lui. Ti prende e ti gira come un calzino se non stai attento. Sa anche ridere e scherzare, ma quando vuole una cosa lui la ottiene. E tu ti attacchi…

Continua a leggere

Voglio la mamma (ma non il papà)

The Second vs Triceratopo

The Second vs Triceratopo

The Second è un tipetto tosto. Saranno i suoi terrible two (preceduti dai terrible zero e terrible one…), ma quello non molla un cazzo. Dalla mattina alla sera ha uno sguardo bello sveglio, di uno che è operativo fin da appena sveglio e che non ne vuole sapere di addormentarsi la sera.

Lo sguardo di uno che sa quel che vuole. E c’è una “cosa” che vuole su tutte: la mamma.

“A mamma voio!”, è il leitmotif di tutte le nostre giornate. Perché lui mica ha ancora capito che lui e la mamma sono due entità distinte. Due persone diverse. Che la mamma è un’altra cosa rispetto a lui e che magari ha anche sue esigenze.

Continua a leggere

Tagliare le unghie dei piedi al gnappo

tagliare le unghie con Edward mani di forbice[Introduzione inutile e fuori tema]. L’altra sera è iniziato Sanremo. Vedere Sanremo è una tradizione nelle famiglie italiane. Anche nella mia.

Peccato che Sanremo inizi tipo verso le 10 di sera dopo una marea di pubblicità e finisca all’alba e coi gnappi da spedire a letto entro le 9.30 il nostro fuso orario non coincide.

Sanremo, in teoria, lo potremmo vedere solo dopo la messa a letto (che non è una celebrazione eucaristica privata nella nostra camera, ma far sì che quei due là si addormentino prima di mezzanotte e non è facile…).

Continua a leggere

Back to school

lavarsi-i-dentiPensavo andasse peggio a dir la verità. Perché far riprendere ai due balossi l’asilo dopo quasi due mesi di vacanza poteva essere un’impresa ardua. E invece è andata meglio di quanto immaginassi. Per ora…

Il gnappo ha ritrovato la sua classe con le stesse maestre e gli stessi compagni. Il che è rassicurante. Infatti non ha neanche pianto e in questa settimana non ha fatto capricci per uscire di casa al mattino.

The Second invece è sempre un po’ più rognosetto. Perché lui è sempre mammadipendente.

Continua a leggere