Archivi categoria: Maschi vs femmine

Il bello della diversità

Episiotomia nel parto, vi prego salviamo le patate!

Con la gravidanza di Anna ho iniziato a scoprire cose sulle donne che mai più avrei immaginato. Davvero. I problemi che nascono tra uomo e donna credo siano dovuti soprattutto alla mancanza di conoscenza reciproca.

Quando sei single e non hai mai avuto esperienze, l’unica cosa a cui pensi è quella, l’obiettivo principale. Insomma, passi 9 mesi a cercare di uscire e tutta la vita a cercare di entrare. Poi quando capisci pian piano come funziona, ti si apre un mondo. Un mondo complicato. E a volte doloroso.

Parliamo di Episiotomia:

Continua a leggere

Ci mancava pure la Gardnerella vaginalis

Io ringrazio da sempre Dio per essere nato maschio. Oggettivamente siamo più semplici, funzionali, meno complicati fisicamente e anche più “basic” mentalmente. Siamo fertili dall’adolescenza fino alla vecchiaia, non abbiamo il ciclo, non andiamo in menopausa (sì c’è l’andropausa è vero, ma tanto hanno inventato il viagra), non dobbiamo far uscire bambini da un piccolo buchetto, e la lista dei vantaggi potrebbe continuare.

Dopo aver sopportato tempeste ormonali, non mangiare pesce e salumi crudi per la positività alla Toxoplasmosi, aver smesso di fumare controvoglia, prendere pasticche di ferro da cavallo, fare un’infinità di esami del sangue, Anna si è presa pure la Gardnerella vaginalis. Almeno così ha sentenziato la ginecologa dopo le ultime analisi. Ha detto anche che è abbastanza comune per una donna in gravidanza. Sarà…

Continua a leggere

Maschi contro femmine, per me vince il primogenito maschio

Da quando ho saputo che il pargolo è un maschio (almeno così dovrebbe essere secondo la ginecologa, uso sempre il condizionale per scaramanzia) sono più sereno. Per me (e credo per la maggior parte dei papà) avere il primogenito maschio è quasi una garanzia per una serie di vantaggi notevoli:

1) sarà anche una cavolata, ma intanto il mio cognome potrà essere portato avanti da un’altra generazione (anche se adesso con le pari opportunità si può dare giustamente ai figli anche il cognome delle madri). E la cosa un po’ mi gratifica.

Continua a leggere