Com’è andata a finire?

errare è umanoMi sono accorto che ho alcuni post in sospeso. Della serie, “ma poi, com’è andata a finire?”.

Glutine o non glutine?
Partiamo dalla celiachia del gnappo. Abbiamo finalmente i risultati degli esami. Negativo! (Hola sulla sedia!). I valori di riferimento della transglutaminasi e dell’endomisio (altri due termini da aggiungere al mio vocabolario) sono nella norma, quindi, al momento, pericolo scampato.

Il nano non è celiaco, mettiamoci l’anima in pace. E ringraziamo… E’ piccolino di suo, mangia ad minkiam, quanto e quando vuole lui (poco di solito) e quindi mettiamocela via. Se ha rallentato la crescita dopo lo svezzamento amen, l’importante è che comunque cresca. In fondo anche suo nonno materno è sempre stato piccolo da bambino. E adesso è un omone di 1 metro e 80. Dall’emocromo il gnappo aveva solo i linfociti e altri anticorpi sballati. Ma il pediatra ci ha detto che è normale. Se lo dice lui…

Ma i fedifraghi?
Altra storia in sospeso è quella dei miei colleghi ed ex colleghi fedifraghi. Com’è andata? Mah, dei primi, non essendo con loro molto in confidenza non ho chiesto nulla. Però so solo che hanno preso le ferie nello stesso periodo, dicendo però che non andavano via insieme. Certo e noi ci crediamo.

Mi hanno fatto quasi tenerezza quando, mentre stavamo facendo un brindisi in ufficio per un compleanno, lei lo riempiva di attenzioni, toccandogli i capelli per sistemargli la pettinatura. Belli loro. Forse la moglie a casa sarà un po’ meno contenta di questa liaison, ma non la conosco quindi non saprei dire. A quanto sembra lei (cioè, l’altra…) non ha più avuto attacchi di panico. E questo è un bene.

L’ex collega invece che si è separato dopo la nascita della figlia perché la moglie non gliela dava più (la butto giù così per semplificare ovviamente, questo è tutto da vedere, i motivi veri li sapranno solo loro) continua con la sua nuova relazione. Che ormai tanto nuova non è più visto che va avanti da qualche anno. Vacanze insieme, casa insieme, insomma, una nuova vita insieme. La ex moglie, mamma di una bimba ormai grandina, non ha passato un bel periodo. So che ha perso il lavoro, ma è una donna forte e intelligente e spero che il peggio per lei sia passato. Di solito le sfighe vengono tutte insieme nella vita, chissà perché.

Dell’altro caso di coppia scoppiata, il fratello della mia amica che ha lasciato moglie e due figli per una collega più vecchia di lui, non ho news. Radio-portinaia si informerà.

Insomma, per ora, visti gli esiti, sembra che la seconda volta sia più riuscita della prima. E spero che tutti possano vivere “felici e contenti”. Non solo i diretti interessati, ma soprattutto i loro figli.

Che poi, io dico, è un bel salto nel vuoto. Sia sposarsi che ri-sposarsi. O comunque ricominciare da zero una relazione dopo che la prima è andata a ramengo. Ho massima stima e rispetto per chi ci riesce. Io non so se ce la farei. Se rimanessi “scottato” per qualsiasi motivo, credo mi farei frate. Perché errare humanum est, perseverare autem diabolicum! Ma so già che mi sbaglio e quando si parla di amore, le massime e le frasi fatte lasciano un po’ il tempo che trovano.