Domenica è il Father’s Day

father's day 2013Domenica è la festa del papà. Seeee, ma non era il 19 marzo? Ho scoperto oggi di no. Per caso mi sono arrivate via mail alcune notifiche di Pinterest con bellissime foto di regali fighissimi per papà, con scritte tipo “Dad”, “Happy Father’s Day”, “I love Dad” ecc. Così mi son detto: “Va che sti americani per una volta sono indietro, che cacchio mandano le foto della festa del papà oggi che è già passata da quasi tre mesi…”. Poi mi è venuto un dubbio, così sono andato a cercare su Wikipedia Father’s Day. E ho fatto la scoperta.

E cioè che nel mondo non la festeggiano in tanti per la festa di San Giuseppe, come da noi. Ma la  data della festa del papà varia da Paese a Paese. In quelli che seguono la tradizione statunitense, la festa è appunto la terza domenica di giugno. In altri invece è associata ai padri nel loro ruolo nazionale: come in Russia, dove è celebrata il 23 febbraio per la festa dei difensori della patria (alla faccia! non scherzano lì i papà), oppure in Thailandia, dove il 5 dicembre coincide con il compleanno dell’attuale sovrano, venerato come padre della nazione. Un papà-tipo insomma.

Paese che vai, festa del papà che trovi: in Romania è la seconda domenica di maggio. 8 maggio in Corea del Sud (è il giorno dedicato ai genitori, sono politically correct da quelle parti), in Germania coincide con il giorno dell’Ascensione (che cade di giovedì dal 30 aprile al 3 giugno). In Lituania è la prima domenica di giugno. In Danimarca il 5 giugno che è il giorno dedicato alla Costituzione (quando si dice i Padri costituenti). In Austria, Belgio e Costa Rica cade invece la seconda domenica di giugno. Giugno sembra il mese più gettonato per la festa del papà: El Salvador e Guatemala la festeggiano il 17, mentre il 21 Siria 🙁 e Libano. Il 23 invece In Nicaragua, Polonia e Uganda, mentre l’ultima domenica di giugno si festeggia ad Haiti.

A luglio festeggiano solo Uruguay (seconda domenica) e Repubblica Dominicana (a suon di Merengue immagino) l’ultima domenica. Ad agosto il Brasile (seconda domenica) e Taiwan l’8. Mentre nella prima domenica di settembre è festa in Australia e Nuova Zelanda, nella seconda in Lettonia e in Nepal con la luna nuova. Chiudono il giro ad ottobre il Lussemburgo (prima domenica), Estonia, Finlandia, Norvegia, Svezia, Islanda (seconda domenica) e appunto la Thailandia che la festeggia il 5 dicembre.

Quindi, praticamente, ognuno festeggia un po’ come gli pare. Ma a festeggiarla la terza domenica di giugno (questa domenica 16 giugno 2013) sono in tanti. In rigoroso ordine alfabetico: ArgentinaAntigua e BarbudaBahamasBangladeshBulgariaCanadaCileCinaColombiaBarbados (ci sono stato in viaggio di nozze, ma non ero ancora papà), CubaCiproRepubblica CecaEcuadorFranciaGhanaGreciaGuyana, UngheriaIndiaIrlandaGiamaicaGiapponeMalesiaMaltaMauritiusMessico, Paesi BassiPakistanPanamaParaguayPerùFilippinePorto RicoSaint Vincent e GrenadineSingaporeSlovacchiaSudafricaSri LankaStati Uniti (se non lo festeggiavano loro e Pinterest non me l’avesse detto, mica lo avrei saputo), Svizzera, Trinidad e Tobago, Turchia, Regno Unito, Ucraina, Venezuela, Zimbabwe.

Ma perché tutti sti Paesi hanno la festa del papà la terza domenica di giugno? La prima volta che fu festeggiata sembra essere il 5 luglio 1908 a Fairmont, in West Virginia, presso la chiesa metodista locale. Fu la signora Sonora Smart Dodd (Sonora e Smart, due nomi, una garanzia) la prima persona a sollecitare l’ufficializzazione della festa; senza essere a conoscenza dei festeggiamenti di Fairmont, ispirata dal sermone ascoltato in chiesa durante la festa della mamma del 1909, questa sciùra organizzò la festa una prima volta il 19 giugno del 1910 a Spokane, Washington. La festa fu organizzata proprio nel mese di giugno perché in tale mese cadeva il compleanno del padre della signora Dodd, veterano della guerra di secessione americana.

Almeno così dice Wikipedia, poi tu vai a sapere. E quindi papà Dodd ha avuto la meglio su San Giuseppe. Per la festa del papà, si intende. Sono infatti relativamente pochi i Paesi che la festeggiano come noi il 19 marzo: Bolivia, Honduras, Liechtenstein, Svizzera (Canton Ticino), Andorra, Portogallo, Spagna Tunisia.

Quindi, insomma, vedete voi. Se volete fare ancora gli auguri ai papà (magari con un regalino…) di certo non gli dispiacerà. In fondo, perché ricordarsi dei papà solo una volta l’anno? Buon Father’s Day allora.