Domenica, svezzamento, pazienza: è solo l’inizio

Ieri gli abbiamo dato per la prima volta la mela. Non è andata male. All’inizio era un po’ perplesso, ma gli è piaciuta. Anche quando lo imboccavo io lui guardava sempre sua madre. Voleva essere sicuro forse che non lo stessi avvelenando. Ne ha mangiato mezzo vasetto. So che la mela va grattugiata a casa, direttamente dal frutto, ma noi per il debutto ci siamo affidati alle sapienti mani robotizzate della Nestlè.

Oggi ci abbiamo riprovato. Questa volta con la crema di riso (ogni volta che penso “crema di riso” mi viene in mente la canzone di Battiato che però diceva “carta di riso e canna di bambù”).

Comunque, ecco l’aggiornamento via mail di Anna, alle prese con i primi timidi tentativi di svezzamento del pupo, mentre io sono al lavoro:

—-Messaggio originale—-
Da: Anna
Data: 17-giu-2012 13.17
A: Federico
Ogg: Re: mestieri pericolosi…

“Gnappo rompe sempre un po’ la minchia ma adesso sta dormendo. Spero che tiri almeno un paio d’ore!! Prima gli ho preparato la pappa, na sbobba liquidissima e insapore. Te credo che gli fa schifo.
Ne ha ingurgitata un po’, poi ha strillato offeso, ha finito la mela (buona, gli piace proprio!) e poi con tanta pazienza ha mangiato ancora pappa… 2/3 della porzione di cui la metà finiti su bavaglino, body, seggiolone e 15 scottex.
Totale dell’operazione: 1 ora circa! Immagina di dargli una porzione di biberon col cucchiaio, ci vuole una giornata.
Sarà una gran rottura di palle ma per adesso ci è andata bene, non ce la risputa tutta in faccia 🙂
Bacio”.
Belli loro!