Donne e ciclo, le 20 frasi più assurde lette sugli assorbenti

CatturaDa quando non sono più single mi si è aperto un universo sul mondo femminile. Cose che prima di convivere con una donna non conoscevo e che sto scoprendo un po’ per volta. Una delle realtà più misteriose per un maschio sono le mestruazioni. Quello della gnappa infatti è un microcosmo nel macrocosmo, un mistero ineffabile e coinvolgente, un pezzo di mondo che ci ha messi tutti al mondo. “Passiamo nove mesi a cercare di uscire e tutta la vita a cercare di entrare”, diceva John Travolta in “Senti chi parla”.

Della coppetta per la gnappa ho già parlato ampiamente qui. L’ultima diavoleria che ho scoperto sono invece le frasi scritte sugli assorbenti di una nota marca. Non ci volevo credere. Gli assorbenti come i Baci Perugina. Due o tre aforismi o “lo sapevi che…” stampati sulla confezione esterna del pannolino.

Stupito, ho chiesto informazioni ad Anna che mi ha confessato: “E’ come quando leggi l’etichetta dello shampoo sotto la doccia, è un passatempo”. Quindi fatemi capire: mentre le donne stanno facendo il “cambio gomme” o la pipì sul water, per passare il tempo leggono le frasi sugli assorbenti?

Il meglio però sono gli aforismi e i “Lo sai che…”. In loro onore c’è anche un gruppo su Facebook.  E le ragazze si scambiano gli incarti come le figurine. Non sto scherzando, guardate qui. Ecco le migliori frasi sugli assorbenti che ho trovato…

1) “Il bagno caldo (mai superiore alla temperatura corporea) durante il ciclo può agire attraverso due meccanismi: – il calore rilassa le fibre muscolari contratte – l’effetto relax agisce innalzando la soglia del dolore. E’ però sconsigliato a chi ha mestruazioni abbondanti perché tende ad aumentare il flusso”.
– Che ci sia il rischio di trovarsi in un vero e proprio “bagno di sangue”? –

2) “L’aumento della creatività, e dell’immaginazione più in generale, è uno degli effetti positivi che si possono manifestare nella fase premestruale”.
– Frida Kahlo e Tamara de Lempicka dipingevano sempre sotto mestruazioni –

3) “Sono le donne che soffrono di gravi forme di sindrome premestruale che possono durare da 10 a 7 giorni prima dell’arrivo delle mestruazioni, ma che con il loro arrivo appunto, svaniscono”.
– Cioè, 10 giorni + 5 = 15 giorni in cui non si tromba? 10 di mal di testa e 5 di ciclo? –

4) “Svolgere un’attività fisica regolare influenza positivamente la circolazione sanguigna, l’ossigenazione dei tessuti, il tono della muscolatura e contrasta la rigidità articolare. Per questo motivo contribuisce ad alleviare le tensioni, i dolori e i crampi. Inoltre, il movimento favorisce il rilascio di endorfine, sostanze naturali ad azione antidolorifica, che diminuiscono durante la fase pre-mestruale”.
– Ok, fare sport fa bene. Lo sapevamo. Così come bere molta acqua e mangiare frutta e verdura. –

5) “La frutta, soprattutto mele, pere, ananas, e i cibi integrali, contengono una gran quantità di fibre che, unitamente all’ingestione di un’opportuna quantità di liquidi, favorisce il transito intestinale”.
– CVD. Siamo alla frutta. –

6) “Con il termine “sindrome premestruale” la medicina ha ufficialmente riconosciuto uno stato di malessere che compare peculiarmente nei giorni precedenti la mestruazione. Sono stati individuati circa 90 sintomi di natura fisica, psichica e comportamentale che possono manifestarsi in modo molto vario”.
– In modo “molto vario” è la parola giusta. Si va dal mal di testa, all’inkazzatura per un nonnulla. Basta un capello fuori posto. –

7) “La regolarità dei cicli mestruali è determinata dal perfetto equilibrio tra gli ormoni che regolano l’asso ipotalamo-ipofisi-gonadi. La maturità di questo sistema si ottiene solo dopo qualche anno dal menarca (prima mestruazione) ed è variabile da donna a donna”.
– Ad Anna il tutto si è regolarizzato dopo l’arrivo del gnappo. #sapevatelo. –

8) “Alcuni sintomi della sindrome pre-mestruale come la sensazione di gonfiore, l’aumento di peso e la cefalea possono essere limitati riducendo l’apporto di sale nei cibi e consumando uno o due litri al giorno di acqua oligominerale”.
– Eccaallà. “Bere molta acqua” e “il sale fa male”. “Non ci sono più le mezze stagioni” no? –

9) “La donna, come le piante, la luna, il sole e le maree ha in sé una ciclicità che veniva addirittura venerata nelle diverse fasi e che è risultata alla base di molte cerimonie primitive”.
– Qui non so se dobbiate sentirvi lusingate o offese. Siete come le maree praticamente, un po’ lunatiche. –

10) “Il riso contiene triptofano, una sostanza che porta alla sintesi di serotonina, “l’ormone del benessere”. Inoltre, essendo ricco di carboidrati complessi, aiuta a mantenere costante il livello di zuccheri nel sangue (azione “anti-stanchezza”), ed è un cibo facilmente digeribile”.
– Alè. Risotto per tutti! Esticazzi? –

11) “È poco probabile che accada, ma non impossibile”.
– Cosa?? –

lines probabile

12) “Fattori come gli sbalzi di temperatura e il susseguirsi delle stagioni influenzano l’andamento delle mestruazioni”.
– Non ci sono più le mezze mestruazioni praticamente. –

13) “Durante il ciclo mestruale la sudorazione è più intensa e anche il sebo dei capelli aumenta, rendendoli più grassi. Anche la pelle ne risente, infatti, in quei giorni spuntano dei brufoletti. Questo perché l’organismo in questo periodo si rigenera ed espelle i tessuti vecchi. Se ci fate caso, invece, durante la fase dell’ovulazione i capelli sono luminosi e la pelle più bella”.
– Mamma mia! Sudate, piene di sebo e tutte “ciccia e brufoli”! –

14) “Questo accade poiché il caldo è un vasodilatatore. Se però non si ha un ciclo particolarmente abbondante, un bagno caldo, che rilassa i muscoli, può essere utile contro i dolori mestruali così come una borsa dell’acqua calda appoggiata direttamente sulla pancia”.
Aridaje con il bagno caldo. Comunque i rimedi della nonna sono i migliori.

15) “Il ciclo mestruale non è affatto influenzato dalle condizioni di vita di una donna (vivere sotto uno stesso tetto, lavorare nello stesso ambiente, ecc.). È qualcosa di ciclico e tendenzialmente regolare”.
– Ma se Anna mi ha sempre detto che quando andava in vacanza con le sue amiche, veniva a tutte il ciclo nello stesso periodo. Quasi per empatia… mah. –

16) “Il cacao è naturalmente ricco di endorfine, sostanze che contrastano le sensazioni dolorose e predispongono al piacere; di teobromina, in grado di migliorare la concentrazione e i riflessi nervosi; infine, può stimolare la secrezione di serotonina , che agisce su recettori specifici del cervello con azione analgesica, antidepressiva e stabilizzante del tono dell’umore”.
– Cacao meravigliao. Lo diceva anche Renzo Arbore se non sbaglio. –

17) “Infatti, non si tratta di una variazione comportamentale tipica dell’essere umano, ma è una tendenza comune a tutti i mammiferi”.
– Capito donne? Siete o mamme o mammiferi, mica esseri umani! –mammiferi lines

18) “Contrariamente alle credenze popolari, la presenza della mestruazione non controindica il bagno in mare, in piscina o in vasca. In genere una temperatura dell’acqua inferiore a quella corporea (<37°) tende a bloccare temporaneamente il flusso. D’altra parte, la vagina è una cavità virtuale ben protetta dall’adesività fisiologica delle piccole labbra che impediscono la penetrazione di acqua all’interno”.
– La vagina è una cavità virtuale? Come virtuale?! Già la si vede poco, non si può più neanche toccare? –vagina cavità virtuale

19) “La mestruazione rappresenta un evento potenzialmente inquinante per la presenza di sangue e secrezioni ristagnanti per cui è necessario intensificare la frequenza quotidiana dei lavaggi intimi e l’impiego di detergenti fortemente acidi (Ph 3,5)”.
– E gli ambientalisti non dicono niente? Ma una bella manifestazione contro l’inquinamento da ciclo? –

20) Concluderei il post con un verso di Elio e le Storie Tese in “Essere donna oggi”: “Ma vorrei farti una domanda: hai le mestruazioni?”.