Donne e forum, un po’ di considerazione per i maschi please!

I problemi tra uomo e donna sono spesso causati dall’incomprensione reciproca. A volte maschi e femmine viaggiano su binari paralleli. C’è però un modo per capire meglio l’universo femminile. E’ semplice e lo consiglierei a tutti i colleghi maschi: amici, leggete i forum di donne su internet. Vi si aprirà un mondo.

A volte seri e impegnativi, altre assurdi e melensi, leggendo i vari commenti lasciati dalle donne 2.0 nelle varie discussioni ci si può fare un’idea generale di come funziona il complicato macrocosmo del cromosoma XX.

Ho notato che le donne su internet sono una potenza. Si consigliano, si confortano, si incoraggiano a vicenda, si scambiano complimenti e soprattutto scrivono tanto e di tutto.

Dalla stitichezza al sesso anale, dalla contraccezione alla gravidanza, passando per la masturbazione e i problemi di coppia. Insomma, c’è solo l’imbarazzo della scelta per capire come la pensano le donne (non tutte certo, ma comunque un campione significativo).Ogni tanto qualche maschio allupato prova a inserirsi nelle conversazioni, con delle provocazioni sparse qua e là sul sesso. Niet. Subito viene ignorato o cazziato dalla platea femminea che prontamente sgama l’infiltrato.

Tempo fa, leggendo di questi tempi alcuni topic sulla gravidanza ho notato una cosa curiosa. Alcune partecipanti alla discussione di firmano con due nomi (tipo: Gio e Gabriel, Michela & Mattia ecc.) e una strana addizione: 33+0, 27+4, 18+2 ecc.).

Ho chiesto spiegazioni ad Anna su cosa volessero dire, pensando ingenuamente che i nomi fossero quelli della coppia. “No, sono i nomi della mamma e del figlio/figlia e i mesi e settimane di gravidanza”, mi ha spiegato.

E sticazzi! E noi uomini? Manco una piccola citazione? E che è, hanno fatto tutte la fecondazione artificiale? Ma noi non contiamo proprio nulla nella gravidanza, né prima, né durante, né dopo? Qualcosa l’avremo pur fatto no? (Almeno all’inizio, cazzarola!).

Niente, la ricerca di citazioni paterne su forum ha dato scarsi risultati. Queste donne infoiate (non tutte, ma la maggior parte) dei mariti se ne fregano proprio. Insomma, parlano di noi solo quando hanno problemi sul sesso, tradimenti & co. Una volta incinte saludos amigos, si trasformano in “Io e il mio bambino” (titolo tra l’altro di una rivista).

E gli uomini? Tutti declassati a donatori di sperma? Propongo a chi mai leggerà questo post di firmarsi almeno in tre X + Y + Z se mai dovesse scrivere su questi forum. Faccio un appello alle varie riviste (sia cartacee che online) perché diano un po’ di considerazione anche a noi papà.

Es: “Io, il mio bambino e mio marito” oppure “Io, mio marito e il mio bambino”, oppure “Io e i miei due bambini” (cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia). 🙂

Avete voluto la parità? Volete la par condicio? Bene, e io voglio un po’ di quote azzurre allora! 😉