E Alien dà calci e pugni

Ultimamente Alien dà un bel po’ di calci e pugni. Ogni tanto si impunta nella pancia di Anna con piedi, mani, testa e chissà cos’altro. Mi fa strano solo sentirlo da fuori, immagino come sia avere una cosa che si muove  dentro. Venuto poi da chissà dove… Per alcuni può essere un sacco poetico e romantico, per me, ma soprattutto per lei, non così tanto. Ogni volta che si muove troppo lei gli dice di starsene buono.

Prima sul divano ci siamo messi coricati pancia a pancia. So che sto rincoglionendo pian piano, ma sentendolo muoversi a contatto con la mia pancia alla Homer Simpson, per un attimo ho provato a immaginare la sensazione che può provare una donna.

Poi lo abbiamo un po’ tormentato per farlo muovere “a comando”, spingendo un po’ sul pancione per vedere se reagiva. A tratti sì, e sembrava pure un po’ incazzato, ma più spesso no: sembra abbia un sesto senso e che non ci caghi proprio. Ora è facile fare i furbetti con lui, tanto non piange. Poi, quando ci vedrà in faccia, questi scherzetti credo ce li farà pagare tutti con pianti, cacche in abbondanza e notti insonni. Ma diamo tempo al tempo. Per ora ce lo gestiamo meglio così.