E anche questo Natale… (5)

e anche questo natale garroneE anche questo Natale (e pure Santo Stefano)… se lo semo levato dalle palle”. Quest’anno, per la prima volta, lo abbiamo passato dai suoceri. Vigilia da loro, pranzo di Natale da loro. Poi a Capodanno andremo dai miei. E dopo Capodanno si torna a casa. Alleluja.

Io sto invecchiando. Perché quasi quasi ci ho fatto l’abitudine al Natale. Non ho neanche sclerato troppo. Mi sono rassegnato allo scambio dei regali. Non oppongo più troppa resistenza. Vegeto sul divano dopo l’abboffata del pranzo di Natale e lascio che la pantomima dello scartamento dei pacchi finisca. Così, senza colpo ferire.

Lo riconosco: in tutto questo avere figli piccoli aiuta non poco. Perché i regali sono soprattutto per loro e l’attenzione è giustamente concentrata su di loro. Sono loro che mi stanno facendo uscire dal tunnel. Quello dei Natali da adolescente, ancora ben presenti nella mia memoria, con genitori e nonni, quando il “piccolo” di casa sei tu e quindi al centro dell’attenzione ci sei tu.

Adesso, coi due nani ancora presi bene dal Natale, in confronto è una passeggiata. E il Natale diventa quasi godibile.

Massì. Alla fine si sopravvive. E la Befana arriva in un batter d’occhio. Crediamoci. Veleggiamo sereni verso il 2016.

Alla fine al gnappo Babbo Natale ha portato la pista elettrica con due macchinine di Formula Uno. Il quartier generale dei Paw Patrol (introvabile) arriverà un’altra volta. A lui comunque la pista è piaciuta un casino. Abbiamo giocato insieme e credo di essermi divertito più io di lui. L’ho fatta provare anche ad Anna. “E’ proprio un gioco da maschio”, ha sentenziato.

Boh, io ci passerei le ore a vedere quelle macchinine che girano testa a testa sulla curva parabolica, si infilano nel sottopassaggio e fanno il salto di corsia se schiacci troppo l’acceleratore (oltre ad uscire di pista, ovviamente). Fanno anche un odore strano quando i contatti sfrigolano. Un odore che non sentivo da quand’ero piccolo. Effetto Madeleine, of course.

Adesso il prossimo scoglio sarà il Capodanno. E poi, a stretto giro, il compleanno del gnappo. Il suo quarto compleanno. Cazzarola.