E’ giusto baciare sulla bocca i figli?

bacio in bocca bambiniLo ammetto. Uno dei miei antistress preferiti è baciare il gnappo. Appoggiare la labbra alle sue guanciotte morbide è più rilassante che tenere in mano una di quelle palline fatte apposta per scaricare la tensione.

Il problema è che, se lo bacio troppo, lo stress viene a lui. Perché ok un bacio, ma poi, quando scatta la rafficadibaci, lui non sempre gradisce. Ancora non ho capito se è per la mia barba, se è perché sono il papà e non la mamma, o perché i baci sono troppi. Forse tutte e tre.

E’ incredibile quanto sia vasta la superficie baciabile di un nanetto di due anni. A volte me lo consumerei a furia di baci. C’è però una parte di questa superficie su cui mi pongo alcuni dubbia. Va bene baciare un bambino sulla bocca?

Me lo chiedo perché ho visto che all’asilo le maestre lo fanno. Chiamano il gnappo (o gli altri bimbi) e gli dicono: “Dammi un bacio!”. E lui, se è in buona, trotterella verso di loro e gli schiocca un bacio in bocca.

Ho visto la scena dal vivo e mi ha lasciato un pochino perplesso.

Tendenzialmente io sarei contrario. Sarà perché vengo da una famiglia dove non lo si è mai fatto, oppure perché, sempre per la mia teoria della differenza tra il “ti amo” e il “ti voglio bene”, credo che il bacio sulla bocca non sia riservato a tutti, ma solo alla propria dolce metà. Il bacio in bocca è una cosa seria. Il primo “vero bacio” io l’ho dato a 14 anni. Es è stato indimenticabile. Forse proprio perché non avevo mai baciato nessun altro sulla bocca, genitori compresi. Per tutti gli altri ci sono mille altri gesti di affetto. Tipo il bacio sulla guancia, che fa altrettanto piacere.

Ora, nella tempestadibaci che io faccio sul viso del gnappo, ogni tanto uno sulla bocca ci scappa. Sono talmente tanti che involontariamente qualcuno cade anche lì (quando mi vede mia mamma mi dice “Non baciarlo sulla bocca! Gli trasmetti i tuoi germi!”). Ma al di là dell’inutile ipocondria da “germi”, un conto è sfiorargli le labbra quasi “per sbaglio”, un altro è invece puntare proprio alla bocca. Esclusivamente lì. Partire già con l’idea che il bacio, dev’essere dato sulle labbra. Ecco, a questo io non ci arrivo.

Però vedo che questa è una pratica abbastanza diffusa. Mi basta vedere su Facebook le foto degli amici che baciano così i loro figli. E ogni volta rimango un po’ perplesso. Ma, sia chiaro, ognuno a casa sua fa un po’ come vuole. Il “problema” è in casa mia! Dovrei dire forse alle maestre (e alla portinaia) di non baciarlo in bocca? Passerei per bacchettone? E se decidessi di dirglielo, come dirglielo? “Oh, non limonate più mio figlio che mi fa schifo, grazie”. “Potreste non baciarlo in bocca, sapete… i germi…”. “Giù la bocca dalle sue labbra, sono roba mia!”.

Oppure lasciare tutto così. Baciarlo a casa come voglio (magari ogni tanto trattenendomi un po’ di più anch’io) e lasciare che le maestre lo bacino dove vogliono? Che poi anche se mi assicurassero di non farlo più, tanto so già che, quando sono da sole coi bimbi, fanno un po’ come pare a loro. Mica posso controllarle.

Ho visto che non sono il solo a pensarla così. Anche a qualcun altro fanno impressione i baci sulla bocca ai figli, a volte con un’esplicita dichiarazione d’amore come “ti amo”. Brrrrr.