In finale di gravidanza, ecco la sciatica

In nove mesi di gravidanza Anna è sempre stata bene. Poche nausee, sparuti vomitini improvvisi, dormite fotoniche, una covata serenissima insomma. Uniche cose da segnalare la Garnerella vaginalis e le infinite pipì ad ogni minuto. Per il resto tutto ok, una gestazione da baciarsi i gomiti, confrontandola con quelle sentite in giro.

A Natale però non poteva mancare un fastidioso regalino: la sciatica. Praticamente le fa male dietro ad una chiappa e non riesce più a camminare bene perché non può appoggiare il peso sulla gamba destra. Quando cammina sembra una zoppa. Io scherzando le ho proposto di fare come per i cavalli quando si rompono una gamba. Un colpetto e via… “Mi fa un po’ pena vederti così  – le ho detto ieri sera – meglio porre fine alle tue sofferenze, no?!”.

Scherzi a parte, adesso non riesce quasi neanche a girarsi nel letto e i problemi di deambulazione non agevolano le 1000 commissioni che ancora dobbiamo fare. Oggi chiamerà la ginecologa (che mi immagino starà sciando sulle nevi immacolate di qualche posto da vip alla faccia nostra) per sapere se può prendere qualcosa per alleviare il dolore.

A parte questo fastidio, la pancia si sta abbassanto sempre di più. Segno, dicono, che il lancio è sempre più vicino.

Io in questi giorni, oltre al massaggio perineale, mi sto cimentando anche nel massaggio “chiappale”. Praticamente sto diventando un massaggiatore a tempo pieno. Ora ho capito a cosa servono gli uomini. A fare massaggi. A forza di su e giù col braccio mi è quasi venuto il gomito del tennista. Ma se a furia di massaggiare mi viene la tendinite (esagerato), a me poi chi mi massaggia? Vado dalle cinesine del centro “benessere”?