La mamma è sempre la mamma (la mia)

Di solito i genitori, quando stanno per diventare nonni, si rincoglioniscono notevolmente. Ovviamente tutti gli occhi e le attenzioni sono per i nipotini e i figli passano in secondo piano. Ma forse non è così per tutti…

Mia mamma per esempio. Secondo Anna io resterò sempre il suo preferito e, nonostante il nipotino maschio in arrivo, io potrei rimanere l’oggetto principale delle sue attenzioni. Di sicuro io posso dire di non aver mai sofferto finora del famoso “deficit di accudimento” (quello di cui si parla in Habemus Papam di Nanni Moretti).

Ieri i miei ci sono venuti a trovare. Era da un po’ che non li vedevo. Prima di salutarci, mia mamma, con gli occhi che le brillavano, è riuscita a dire ad Anna: “Ma non è bello mio figlio?! Guarda che bello!!”. Sono rimasto basito. Mia moglie mi sta ancora (giustamente) prendendo in giro.

Vedremo come sarà dopo la nascita del pupo. Secondo Anna ci sono due tipi di mamme: quelle che stravedono per i nipotini e non vedono l’ora di diventare nonni, (tipo i suoi genitori) e quelli che comunque ameranno sempre di più i figli (tipo mia mamma, essendo io il suo figlio preferito, mia sorella infatti è sempre stata meno considerata).

Sono curioso di vedere l’effetto che farà darle il nano tra le braccia. E soprattutto se lui riuscirà a prendere il mio posto. Sarà molto dura, la mamma è sempre la mamma.