L’ultima pesata al nostro consultorio

Ultima pesata del gnappo nel nostro consultorio di fiducia. Ultima perché se tutto va bene tra un po’ ci trasferiremo nella nuova casa e cambieremo anche consultorio. In questo ci siamo davvero trovati bene. Io ero scettico all’inizio, non mi sentivo  a mio agio le prime volte. Poi, dal corso preparto al corso allattamento, fino alle pesate del gnappo e le istruzioni per migliorare l’attaccamento al seno, ho cominciato ad apprezzarlo.

Abbiamo trovato delle operatrici brave, professionali, umane, praticamente delle seconde mamme. Quando all’inizio Anna aveva problemi con le ragadi la chiamavano al cellulare per sapere come stava. Insomma siamo stati fortunati. Per una volta sono rimasto contento del servizio della Sanità pubblica. E mi sembra giusto riconoscerlo pubblicamente. Speriamo di trovarci altrettanto bene nel nuovo consultorio.

Detto questo il gnappo è cresciuto meno del solito: 300 grammi in un mese (di solito erano almeno 600). Adesso interagisce sempre di più con il mondo esterno e durante la poppata si distrae un casino (che novità…). Anche da appena nato ha sempre poppato alla cazzo, ma adesso il suo cazzeggio è aumentato. Ehm, in questo credo abbia sicuramente preso da me: l’essenza dell’uomo distratto e cazzeggiante.

Hanno detto ad Anna di svegliarsi di notte per allattarlo. Seeeeeee. Niet (per ora). Aspettiamo con calma la boa dei sei mesi se, come dovrebbe, il gnappo raddoppierà il peso della nascita, tutto è sotto controllo. Vedendolo così bello paffuto e con delle gambotte dal peso specifico pari al mercurio, direi che ce la può fare. Non sa che in futuro non gli ricapiterà così facilmente di avere delle belle tettone a disposizione solo per lui. Beata innocenza.

ps. l’altro giorno, mentre vedevo il pupo poppare con abbastanza avidità mi è venuto spontaneo dirgli: “Mangia, mangia che tanto è tutto gratis!”. Abbiamo riso come due scemi.