Quell’irrefrenabile voglia di parchetto

Sandali-alla-schiavaQuando vado al parco vedo diversi papà con i loro figli. Che bravi, mi dico, anche loro qui. Ma perché noi papà andiamo al parchetto? Forse perché vogliamo lasciare tranquilla un po’ la mamma. O magari perché abbiamo voglia di spingere l’altalena e mettere sugli scivoli i loro pargoli. Seee, vabé, e due più due fa cinque. No, il motivo è un altro: al parco c’è gnocca. Soprattutto adesso che è estate ed è via libera per gambe e braccia scoperte, decolleté in vista, sandali, gonne e minigonne, magari con quell’effetto vedononvedo, che è meglio che non vedo, perché se vedo…

Una volta noi papà andavamo in discoteca o nei discopub anni ’90. Oppure il sabato pomeriggio in centro. Adesso, a noi uomini con prole in cerca di belvedere è rimasto solo il parchetto. Per carità, non è che in ogni parchetto per forza ci sia sempre un defilé di stragnocche. Spesso la popolazione over 60 supera quella under 40, anche nelle zone per i bimbi. Ma mediamente qualche mamma, o baby titter sitter piacevole c’è sempre. Così, quando i papà sguinzagliano i nanetti tra altalene, scivoli, giostre e castelli di legno, si può facilmente unire l’utile al dilettevole e rifarsi un po’ gli occhi. Mica c’è niente di male, il piacere rimane estetico. O estatico. Dipende. Honi soit qui mal y pense.

Proprio oggi sono andato con il gnappo in bici al parco Sempione. Sull’erba gente che prende il sole. Più donne che uomini ovviamente. Nell’area giochi ho beccato una mamma con dei sandali alla schiava che facevano molto “antica Roma fetish party”. Non che a me i sandali alla schiava piacciano particolarmente, ma la ragazza non era male. Anzi. E negli altri giorni ne ho viste altre: da quella in shorts che legge sulla panchina, alla mamma-manager che sta sempre al cellulare, passando per la 19enne straniera e minigonnata, fino alla sportiva in pantajazz aderenti che mette in mostra più grazie di quando è in costume. Boh, sarà il caldo che c’ho l’ormone impazzito e ho i sensori più recettivi del solito: “Alert, alert, gnocca a ore 6 in avvicinamento!”. E credo che come me il sensore lo abbiano attivato anche altri papà.

Ecco, con questo post provo a svelare un piccolo segreto. Se noi uomini non vediamo l’ora di andare al parco con i bimbi i casi sono due: o abbiamo un’irrefrenabile voglia di giocare con loro, oppure c’è gnocca. Conoscendoli e conoscendomi, voto per la seconda.