Archivi tag: peso

Dal pediatra, con gli esami per la celiachia

gluten-free celiachiaSiamo tornati dal pediatra. Giusto per una visita di controllo del peso, visto che per ora non è arrivato nessun malanno nonostante le due settimane e mezzo d’asilo (so che mentre lo sto scrivendo il raffreddore e la febbre mi hanno sentito e si staranno già impossessando del nano, ma amo il rischio e sfido la sorte). Risultato: quello là è sempre un po’ sottopeso. Almeno secondo questi cavolo di percentili che mi hanno un po’ scassato l’anima.

Venti mesi e mezzo, 10,2 kg x 79 cm. Quest’estate è cresciuto, ma sempre meno di quanto dovrebbe. A vederlo sembra il ritratto della salute. Paffutino, una bella panciotta, gambotte. Minutino nel complesso, non un gigante, ma anche Anna non è di certo un marcantonio come Brigitte Nielsen. Lui, c’è da dire, non è un mangione. Tante volte, se non gli piace la pappa, ne mangia due o tre cucchiaiate e basta. E il nervoso (nostro) sale. Anche a colazione, ancora in balìa del rincoglionimento da sonno, sbocconcella un po’ di pane e marmellata e qualche cucchiaio di yogurt.

Ma c’è una buona notizia, che anche qui non dico troppo forte: ha ricominciato a bere il latte (di mucca). Passati i sei mesi ha abbandonato la tetta, il latte materno lo schifava. E del latte artificiale non voleva neanche sentirne l’odore. Da allora sono passati 14 mesi più o meno, con vari tentativi da parte nostra. Tutti falliti. Da qualche giorno invece, magicamente, ha ricominciato a prenderlo. Vedremo.

Continua a leggere

Io e mia sorella

io e mia sorellaIeri è venuta a stare da me mia sorella. Era di passaggio a Milano. Non ho mai avuto purtroppo un gran rapporto con lei. Saranno i 6 anni di differenza (io volevo un fratellino e da quando ho saputo che era una sorellina non le ho mai dato vita facile), oppure che abbiamo caratteri molto diversi, ma per quasi tutta la vita, ci siamo più o meno ignorati a vicenda. Questo mi dispiace. Perché d’altronde è l’unica sorella che ho e poi è una bella persona. Da piccoli e da adolescente la tormentavo non poco, insultandola anche. Poi, da quando sono uscito di casa per farmi la mia vita, ci sentiamo abbastanza poco.

Forse il nostro rapporto è migliorato negli ultimi anni. Un messaggino ogni tanto, una mail. Soprattutto da quando è nato il gnappo. Da brava zia si informa e non vede l’ora di stare con lui, anche se scelte di vita l’hanno portata a vivere all’estero, prima in Francia, e ora, da tre anni, a Berlino. Entrambi sappiamo che uno può contare sull’altro. E questo mi sembra già buono. Ogni tanto, se capita, litighiamo ancora. Mi sono accorto che è più facile andare d’accordo con estranei piuttosto che con i fratelli che hanno condiviso con te tutta la vita. E questo un po’ mi dispiace.

Continua a leggere

Cara, ma quanto pesi? Sai, ho un kg di utero in più…

Da quando è incinta Anna a preso un po’ di peso. Il giusto credo. All’ottavo mese dovrebbe essere aumentata di 9 o 10 kg in più. Ad ogni modo lei si è messa a dieta per non strabordare troppo visto che da qui all’uscita di Alien (lo chiamo così perché dall’ecografia morfologica sembrava un po’ un extraterrestre) mancano ancora un paio di mesi giusti.

Mi sono accorto del suo “eccesso ponderale” (come mi dicevano alle visite mediche delle Medie se pesavo troppo) quando mi si è seduta sulle ginocchia un po’ di tempo fa. Da peso piuma che era, ora per tenerla su ci vuole un po’ più di impegno.

Quello che mi ha sconvolto è come il suo corpo si sia modificato (mannaggia agli ormoni) e come i kg si siano distribuiti.

Continua a leggere