Archivi tag: video

Riordinare le foto del telefono

gnappo parco giochiE’ un’impresa titanica. Più o meno come svuotare il mare con un bicchiere. Da quando anch’io mi sono convertito allo smartphone, quasi due anni fa, sono diventato dipendente. Ed è un problema. Primo perché, come temevo, non riesco più a staccarmicivisi. Poi perché ormai anch’io scatto foto in ogni dove, manco fossi Peter Parker o una Elisabetta Canalis qualsiasi.

Poi ci sono le foto dei gnappi. E anche quelle si sono accumulate nel tempo. E pure i video che pesano un casino. Poi, quando ti accorgi che la memoria si riempie e il telefono rallenta mostruosamente, capisci che è ora di fare un po’ di pulizia.

Continua a leggere

Io e mio padre

scuola guidaNon parlo quasi mai di mio padre. Forse perché la sua presenza è sempre stata molto discreta. Ma lui c’è e c’è sempre stato. Il nostro rapporto può sembrare un po’ freddo a volte, ma al di là del mio atteggiamento spesso distaccato, gli voglio bene. E’ una frase fatta dire “vorrei poter essere un papà bravo come è stato lui”. Ok. Però per certe cose è vero.

Adesso lui è un nonno felice, ma non come Gino Bramieri nella sitcom anni ’90 con Franco Oppini e Paola Onofri. Che sia felice lo vedo dai suoi occhi, quando gioca a pallone col gnappo o quando tiene in braccio The Second. E questi piccoli momenti di gioia se li è meritati tutti.

Continua a leggere

Una canzone dedicata ai papà

dove sei dioVolevo scrivere già da qualche giorno un post su questa canzone che è arrivata al primo posto della classifica iTunes degli album più venduti in Italia, ma Francesco mi ha preceduto di un soffio. E, leggendo il suo post, condivido quello che ha scritto riprendendo quello che dice Stromae nella sua canzone “Papaoutai” (che poi sarebbe “papa où t’es”, cioè “dove sei papà”): “Tutti lo sanno come si fanno i bambini, ma nessuno sa come si fanno i papà”. Che è un po’ quello che credo pensino tutti i genitori alle prime armi, come me.

La canzone mi piace, e non mi dilungo come faccio di solito in seghe mentali psico-antropol-sociol-filosofiche da due soldi. Però metto qui il testo e il video e faccio come si faceva una volta in radio (non ditemi che si fa ancora!): la dedico a tutti i papà e a tutti i figli. Una dedica mainstream, disciamo. Con tanto di traduzione. Continua a leggere

Greta Pierotti hot, Fata Ariele di Rai YoYo sogno erotico dei papà

Fata Ariele Rai YoYo, Greta Pierotti sogno erotico dei papàGreta Pierotti, alias Fata Ariele, turba i sogni di molti papà. E uno dei motivi per cui Rai Yoyo è leader di ascolti, nella fascia rivolta ai bambini in età prescolare, è anche perché pensa al pubblico maschile adulto, cioè a noi.

Che a forza di guardare ore di Peppa Pig, Barbapapà e Teletubbies rischiamo di rincoglionirci non poco.

Ma per fortuna ci pensa Mamma Rai, con l’unico ingrediente capace di risvegliare dal torpore il pubblico maschile: la gnocca.

E lo fa in particolare con due super conduttrici hot, molto diverse tra loro, ma altrettanto conturbanti.

Fata Ariele appunto, la fata che ogni sera per cinque minuti dà la “Buonanotte con le favole di Rai YoYo” e Carolina Benvenga che invece legge le letterine dei piccoli ascoltatori.

Della lolitina-Carolina ho già parlato in un altro post

Qui vorrei parlare invece dell’altra gnoccolona che manda a letto sereni i piccoli con le sue favole, mentre turba i sogni erotici dei loro genitori di sesso maschile. Continua a leggere

Come Vampiri, perché dalle mie parti non si dorme mai!

emis killa come vampiri song hit testoOgni tanto, per tenere buono il gnappo, gli accendiamo la tv su Mtv o Deejay tv, per fargli sentire un po’ di musica e vedere qualche video. Lo faceva anni fa anche una mia amica con suo figlio quando aveva più o meno l’età del nano e sembra funzionare. Gli piace e se capita balla anche. Stamattina ho sentito per la prima volta una canzone che potrebbe essere il nostro inno (e penso anche di tanti altri papà e mamme). Più per il ritornello a dir la verità che per le strofe (che sono un’evidente invito all’alcolismo). Ma sono stato giovane anch’io, non facciamo i bakkettoni. Comunque la canzone spacca, dovrebbe diventare (se già non la fosse) la hit del finestate-autunno 2013.

La dedico a noi e a chi, come noi, di notte non dorme. (Anche stanotte è stata dura, neanche il lettone all night long ha funzionato più di tanto, domani inizia l’asilo. W gli orari e gli impegni fissi. Abbasso l’anarkiko cazzeggio estivo. E speriamo che non si ammali subito…).

Enjoy the song, yo! Bellaragatuttorego. Bellazio. Ecco a voi Vampiri, di Emis Killa (al secolo Emiliano Rudolf Giambelli, from Vimercate (MI). Sul suo sito, se non ne potete fare  ameno, c’è anche il download gratuito. Fatemi sapere che ne pensate.

Continua a leggere

Il video delle Olimpiadi di Londra sulle mamme

Facendo un salto sul blog di GiorgiaLand ho visto questo video che gira in rete già da qualche giorno e ormai immagino avranno visto tutti. Arrivo sempre sul pezzo in anticipo!

Comunque, era solo per dire la mia sul video in questione. Forse è piaciuto più a me che ad Anna. Ieri le ho mandato il link via mail. Lei lo aveva appena visto dalla sua “Bibbia” Machedavvero leggendo anche i commenti a riguardo. Ecco la sua risposta:

“Ci sono mamme che si commuovono….buahahahah! Io non sarei così orgogliosa di svegliarmi alle 5 tutte le mattine per preparare uova sode, fare lavatrici e passare i pomeriggi in palestra. Povere piccole mamme, e fatevi una vita, no?!   (Al gnappo facciamo fare il campionato di rigurgito in lungo!!)”.

Ora capisco perché l’ho sposata. Quando fa così è il mio idolo. Probabilmente mi sono emozionato più io di lei nel vederlo. E non è che mi sia scesa proprio la lacrimuccia, sia chiaro.

Continua a leggere