Un tet a tett con Tata Francesca Valla

tata francesca vallaAlla fine ci siamo incontrati di persona. Lei, la tata più sexy della tv, ed io, il “papà blogger più irriverente della rete” (almeno così mi hanno definito nell’intervista su Ciao Mamme, mica pizza e fichi). Un tête-à-tête durato solo pochi minuti, durante una pausa pranzo al MammacheBlog. Giusto il tempo di farci presentare, farmi simpaticamente sgridare dopo il post che avevo scritto su di lei e infine farle una mini-intervista con alcune domande che mi sono inventato lì per lì.

Vi assicuro, Francesca Valla è gnocca come appare in tv. Un angelo biondo, alta un chilometro, slanciatissima, solare nel suo outfit beige, o forse era panna…, disponibile, non solo con me, anche con le altre mamme che si sono intrattenute a parlare con lei. E quell’aria da maestrina con la bacchetta in mano (o anche il frustino, gli stivali neri in latex con tacco a spillo e il collare con le borchie, a seconda dei gusti) la rende ancora più intrigante.

tata francesca sos tataIo, capirete, ero abbastanza imbarazzato. Ero venuto a sapere che lei aveva letto il mio post delirante di qualche tempo fa. E infatti quando la sua fidata collaboratrice Elena le ha detto chi ero, è scattato d’emblée un mini-cazziatone. Con ironia, ovviamente. (E quel “fate i bravi”, detto alla fine della sua intervista, non lascia adito a dubbi).

tata francesca ditoPer parare il colpo ho subito sfoderato la mia consueta faccia da lato B, con sorriso a 32 denti incorporato. Poi le ho chiesto se avrei potuto farle qualche domanda: considerato che dietro di lei c’era un banchettino con un sacco di copie del suo nuovo libro, si è sottoposta volentieri. Come dire di no a un simpatico e innocuo papà con l’occhio spermatico sempre in vena di scherzare?!

Però, giusto per sentirsi più sicura, Francesca ha chiamato ad assistere all’intervista il marito (un simpatico pezzo di Marcantonio alto più di lei, con occhiali scuri e fare da bodyguard). Chissà perché…

Dopo la domanda di rito sul suo libro, giusto per metterla a suo agio (ma Tata Francesca è a suo agio dappertutto, dall’asilo in mezzo ai marmocchi ai privé del Pineta di Milano Marittima, figuriamoci. Ah, che donna…) le ho chiesto altre curiosità che a me e all’umanità premevano urgentemente tipo: “Ma perché mettono un sacco di gnocche in tv nei programmi per bambini? Pensano ai papà?”. “Perché non ti abbiamo più visto su S.o.S. Tata? Io guardavo il programma solo per vedere te!” ecc.

francesca valla tataLei, devo dire, è riuscita a districarsi con grande abilità, sempre guardando in camera e non avendo mai un attimo di esitazione. Adoro i professionisti della tv. Tu gli dai il là e loro partono a macchinetta, senza indugi. E poi c’è la dizione. Avete presente la cadenza bergamasca? Bè, nella nostra Tata, che è di quelle parti, non si sente assolutamente, ma ha un accento davvero impeccabile.

Insomma, alla fine Francesca è stata al gioco, nonostante l’intervistatore non fosse dei migliori. Cosa volete di più: bella, bionda… e dice sempre sì anche brava e simpatica. Tata Francesca Valla, grazie di esistere. Sèèèmpre, sèèèmpre.