Una serata tra papà centrati

mostra nella pancia del papà milanoPer la prima volta ho incontrato dal vivo altri papà conosciuti sul web. La convocazione è arrivata da Massimo di Papà al centro che insieme a Stefano e ad altri papà sta organizzando un evento gratuito a Milano dal 20 al 29 settembre, tutto dedicato a noi. Ci sarà una mostra a tema, due spettacoli teatrali, laboratori e letture per bambini e tre incontri per grandi. Una settimana per tenere accesi i riflettori sulla figura paterna all’interno della famiglia. Al primo incontro, sui “papà web attivi” sono stato invitato anch’io insieme ad altri padri blogger. Miiiii, non ci posso credereeeee.

Così per iniziare a fare squadra e buttare giù idee ci siamo trovati davanti a una birra in un bar in zona Rogoredo. Ed è stata una piacevolissima serata, con tante chiacchiere “tra uomini” (o meglio “tra papà”) e scambio di idee ed episodi di vita familiare. In ordine alfabetico Alberto, Andrea, Lorenzo, Massimo, Stefano e Vittore (di Ilmiosuperpapà). A settembre sarà con noi all’incontro anche El Gae. Alla serata tra papà ha partecipato telefonicamente anche qualche mamma. Tante le telefonate arrivate mentre stavamo chiacchierando: “Che fai? Quando torni a casa?”. Un classico. Belle voi. Per i più fortunati come me invece, le dolci metà erano in vacanza.

Dopo le presentazioni di rito, Massimo ci ha spiegato il suo progetto di settembre. Papà al centro è un’associazione che già da tempo organizza a Milano incontri rivolti ai papà e al loro ruolo “attivo”. Ora, visto il buon lavoro fatto negli ultimi mesi, ha deciso di “allargarsi” con questo evento a tutto tondo sul mondo della paternità. Oltre alla mostra (“Nella pancia del papà”), agli spettacoli e ai laboratori, interverranno pedagogisti, papà separati, psicoterapeuti e infine noi papà “web attivi”. Il nostro contributo sarà venerdì 20 settembre dalle 18.30 alle 20, in una scuola dell’infanzia di corso XXII Marzo 59 (iniziate a segnarvelo in agenda e a diffondere il verbo tra i vostri uomini please, qui il volantino da scaricare).

Ieri, in questo nostro primo appuntamento reale, è stato bello conoscersi, chiacchierare, condividere un po’ della nostra vita da papà. Ci siamo resi conto di essere più disorganizzati rispetto alle mamme, in fondo siamo uomini, ma senza dubbio siamo spontanei ed entusiasti di far sentire anche la nostra voce. Tra una telefonata e l’altra (“Butto la pasta?”, “Ceni a casa?”, “Con chi sei?”), abbiamo parlato un po’ di tutto, come se ci conoscessimo da tempo. Con semplicità ed ironia. Creando un bello spirito di squadra.

“Ma voi sapete fare i lavoretti in casa, tapparelle, mensole & co.?”, “Quanta distanza di età c’è tra i vostri figli?”, “Come riuscite a gestire la famiglia e il lavoro?”, “A che ora mettete a letto i bambini?” (e qui ha battuto tutti Vittore che con la sua famiglia narcolettica riesce ad avere la serata libera dalle 9 in poi, riuscendo addirittura ad andare al cinema e rientrare senza che nessuno si accorga di nulla), “Ma come vi regolate con la fimosi dei bimbi?”. Eh sì, tra papà abbiamo parlato anche di piselli e abbiamo constatato come le mamme deleghino volentieri a noi tutto quello che riguarda la gestione del “migliore amico” nei bimbi.

Bello, anche noi papà ci stiamo pian piano muovendo. E per far conoscere le iniziative rivolte a noi abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti, soprattutto di voi mamme che, come abbiamo potuto tutti constatare, siete molto più brave e organizzate di noi. Ma ci siamo anche noi, senza volervi fare concorrenza, ma per poter avere il nostro giusto spazio e condividere anche il nostro punto di vista. Ci sarà da divertirsi.