Un po’ di libri sui papà

complesso-di-telemacoDi tanto in tanto mi arrivano via mail comunicati stampa sui libri dedicati alla paternità & co. Nonostante i miei buoni propositi, difficilmente riesco a trovare il tempo (e le forze, prima di addormentarmi) per leggerli.

L’unico che finora sono riuscito a finire (tenendolo sul comodino per mesi) è stato “Il complesso di Telemaco” di Massimo Recalcati (Feltrinelli), a cui magari dedicherò un post ad hoc, prima o poi. Però ci sono veramente tanti libri che parlano della paternità e dell’essere papà. Quindi, visto che non posso ancora recensirli, mi sembra giusto almeno segnalarne alcuni. Più o meno illustrati, ironici o socialmente impegnati, ce n’è per tutti i gusti. La Festa del papà si avvicina, un libro potrebbe essere un’idea carina da regalarci… 

beppe tosco scemo come tuo padre“Scemo come tuo padre”, di Beppe Tosco (Grandi & Associatiè un divertente ebook sulla paternità, con la presentazione di Luciana Littizzetto. Dal riconoscimento del bebè all’uso disinvolto del seggiolino omologato per bicicletta, dalla prima supposta alla lotta ai microbi, dalle recite scolastiche all’”età difficile”, l’autore, padre di due figli oggi grandi, quando ha avuto tra le braccia il suo primo frugoletto si è reso conto che fare il papà non fa solo diventare adulti, ma anche tornare bambini. L’attore e autore comico si mette in gioco in questo libro in prima persona, con un diario ricco di osservazioni spesso ironiche e surreali, ma contenenti profonde verità.

scazzi michele e nicola neri libri sui papà“Scazzi”, di Michele e Nicola Neri (Mondadori), è uno di quei libri che ho voglia di leggere. Nicola ha 21 anni. Il padre, Michele, 53. Gli ultimi sette anni della loro vita sono stati sconvolti da una parola e dalle sue ombre: adolescenza. Un pianeta dove sai quando entri, ma non cosa succederà domani; né se, e come, ne uscirai. Sette anni in cui non è mancato nulla: separazioni, violenza, droga, bugie e paranoie, crisi economica, cataclismi scolastici, fughe e riavvicinamenti appassionati. So che l’adolescenza del gnappo arriverà prima che io me ne accorga.

ettore l'umo straordinariamente forte magali le huche“Ettore, l’uomo straordinariamente forte”, di Magali Le Huche (Settenove edizioni) è un libro illustrato per bambini che spazza via il machismo a colpi di uncinetto. Il protagonista è un artista circense con l’animo nonviolento e una passione segreta per l’uncinetto e il lavoro a maglia. Lavora nel circo Extraordinaire, con saltimbanchi, ballerine e giocolieri, tutti straordinariamente bravi. Ettore è ammirato da tutti e da tutte, ma gli apprezzamenti scatenano l’invidia dei due domatori di leoni che cercano lo scontro incitandolo a un combattimento. “No grazie, non mi interessa”, risponde Ettore.

la strada di miro“La strada di Miro”, testo di Tiziana Rinaldi, illustrazioni di Antonio Boffa (Editrice Mammeonline) è un album illustrato, grande, a cominciare dal formato: 32×24. Il testo è dolce e poetico e le illustrazioni di Antonio animano il mondo in cui Miro pedala con la sua bicicletta, creando suggestive atmosfere oniriche e al contempo concrete. La strada di Miro parla di ecologia, di osservazione del territorio, di integrazione, di amicizia e amore, ma è anche semplicemente un libro da assaporare insieme, grandi e piccini.

papà aspetta un bimbo“Papà aspetta un bimbo!”, di Frédérique Loew e Barroux (Settenove) è un libro illustrato che parla della gravidanza vista dal padre. Lontano dagli stereotipi sui ruoli familiari, l’autore racconta le peculiarità della figura paterna, perché il padre non sia considerato un surrogato della madre, un “mammo”, ma un genitore dalla cui presenza il bambino potrà trarre grandi benefici anche nei primi mesi di vita.

sos papà sando simoneS.O.S. Papà, di Sandro Simone (Mammeonline) è un ebook (a questo link un po’ di informazioni) che racconta le disavventure di un papà moderno. “So bene che ci sono già un sacco di libri e guide dedicate ai genitori e ai bambini” – mi ha raccontato l’autore e collega blogger – “ma sono quasi sempre scritti da mamme, e le donne, gli uomini lo sanno benissimo, non dicono mai tutta la verità. Il mio libro è solo un modo per ironizzare sulla prima generazione di papà che ha dovuto imparare a cambiare un pannolino o preparare del latte in polvere”.

Ecco una delle “Leggi di Murphy dei papà” citata nel libro: “Legge sul tempismo della popò. Il bambino farà la cacca subito dopo che gli avrai cambiato il pannolino”. Ce l’ho.

Se avete letto libri sul tema che vi sono piaciuti fatemi sapere. I consigli per la lettura sono sempre graditi. Prima o poi (più prima che poi) il gnappo crescerà e mi toccherà recuperare.