Categorie
Il Bosco di Fede Libri

Il miracolo originale

Non so in quanti si ricordino l’albero di Massimo.

Ne avevo scritto qui qualche anno quasi un lustro fa. Quando ogni tanto qualcuno piantava un albero nel Bosco di Fede.

Che è lì e cresce con tutti i suoi alberi che chi è passato di qui ha voluto seminare nel tempo.

Categorie
Noi quattro

Ancora occhiali rotti

Da quando il gnappo porta gli occhiali, questo sarà almeno il terzo paio che si è rotto.

E per fortuna che a ‘sto giro avevamo almeno il paio di scorta.

Non c’è giorno in cui i suoi occhiali non tocchino terra. Ci vorrebbe la cordicella, ma a me sa un po’ di nerd. Così vengo punito sborsando ogni volta botte di 100 e passa euro.

Categorie
Pensieri di un papà

Essere papà nel 2020

Cosa vuol dire essere papà nel 2020? Piacerebbe saperlo anche a me che lo sono dal 2012 e che in quasi 8 anni ancora non l’ho ben capito.

Una cosa però è certa.

Ci sono degli stereotipi duri a morire che portano l’argomento “papà” ad essere a volte sui giornali, a volte nei sondaggi, a volte nelle conversazioni di sociologi e psicologi che si interrogano sul senso della paternità, del tramonto del padre, del complesso di Telemaco & co.

Stereòtipi.

Ancora ci chiediamo del ruolo del papà in famiglia?

Ancora lo chiamiamo mammo?

Cerchiamo ancora di far passare questa figura mitologica – spesso evaporata – come un “problema” all’interno delle famiglie di oggi?

Categorie
Pensieri di un papà

Da qualche parte bisogna cominciare

Erano mesi, forse anni che volevo cambiare un po’ l’aspetto di questo blog. Ma poi rimanda oggi, rimanda domani, ‘sta cosa non si è mai fatta.

Io sono tendenzialmente avverso a ogni cambiamento. Devo elaborare il cambiamento. Per me non è facile cambiare.

Categorie
Pensieri di un papà

Ho rischiato di perdere tutto

Non voglio tenere nessuno in sospeso. Anche perché così il titolo sembra un po’ clickbaiting. Ma davvero ho rischiato di perdere tutto (il blog intendo).

Il mio blog è stato hackerato.

Stamattina mi arriva dall’hosting un messaggio minaccioso che è stato reso inaccessibile.

Categorie
Sesso, questo dimenticato

La pace dei sensi

Sesso, questo dimenticato.

Quando creai questa categoria di articoli per il blog, Anna era incinta del gnappo.

Già allora sapevo che, con l’arrivo di un figlio, l’eros non sarebbe stato più come ai primi tempi.

All’inizio, devo dire, è stata dura.

Categorie
Noi quattro

Bubusettete!

Giusto due righe per farmi vivo qua sopra, che se no poi qualcuno si preoccupa e pensa che mi sia venuto un coccolone e che sia andato nell’aldilà.

No, per ora ancora tutto ok. Vivo e lotto insieme a voi.

Categorie
Pensieri di un papà

L’essenziale è invisibile agli occhi

Il piccolo principe non è un libro di merda.

Quello che manca oggi è la poesia.

Illuminare il silenzio, parole gentili, gesti amorevoli, sguardi innamorati.

Non tutto è marketing. Non tutto è soldi. Non tutto è materia.

Le cose importanti della vita non sono cose.

Servono sogni, speranza, serve l’amore.

Reagire alle parole ostili, ai pensieri cattivi, al faccio questo solo se mi serve.

Categorie
Pensieri di un papà

Festa del papà 2019

Festa del papà reloaded.

Vedremo stasera se i gnappi mi porteranno qualche regalino da scuola.

Peccato che arriverò tardi e loro saranno già a letto.

Qualche giorno fa ho letto delle belle parole su cosa vuol dire avere figli piccoli in casa.

Le ho mandate anche ad Anna e le metto anche qui.

Le ho trovate su questa pagina Facebook. Scritte ovviamente da una mamma.

È questo che stiamo vivendo, anche se siamo troppo incasinati per rendercene conto.

Buona Festa del Papà! (che senza la mamma sarebbe poca cosa…).

Categorie
Pensieri di un papà

Tra una flessione e l’altra

Giusto per rassicurare chi passa per caso ogni tanto di qua sul fatto che sono ancora vivo.

Sono vivo e lotto insieme a voi. Come sempre, del resto.

Con i gnappi che si ammalano alternati (prima The Second e poi il gnappo).

Con le solite sclerate quotidiane.

Categorie
Cartoni animati

I rutti nei cartoni animati

A casa ho due maschi. Che come somma modalità di espressione del loro intelletto ruttano.

Noi ci proviamo a dirgli che non sta bene. Che se si abituano a farli in casa, poi li faranno anche fuori e le solite cose che i genitori devono dire insomma.

Categorie
Tagliamoci le vene

La canzone degli elefanti

canzone elefanti

Un elefante, si dondolava…

Io non so in quanti conoscano la canzone degli elefanti.

Io me la ricordo fin da quando ero piccolo.

E adesso The Second mi chiede di cantargliela prima di andare a letto.

Però non so se tutti la conoscano tutta.

Tutte le strofe intendo, di questa poetica canzone per bambini.

Non sapendo se su internet si trovi la versione integrale della canzone, a beneficio di chi volesse impararla tutta a memoria, la pubblico qui.

Di quante strofe è composta? Per scoprirlo basta andare in fondo!

Ah, se commenti alla fine potrò sapere se ti è stato utile conoscere tutte le strofe e se ti è piaciuta nel caso tu ancora non la conosca nella sua versione integrale.

Nota Bene: queste sono più o meno tutte le strofe che devo cantare a The Second prima che si addormenti.

Strofa più, strofa meno.

Buona lettura, partiamo da un elefante….