Il massaggio perineale, poteva andare meglio

L’altra sera abbiamo provato una cosa che è un mix tra il terapeutico e l’hard. Il massaggio perineale (o perianale, boh, per me pari sono). Ehm, non è stato il massimo a dir la verità. A parte che avremmo dovuto iniziare prima, a quanto dicono gli “esperti“, e che forse a circa due settimane dal lancio forse è un po’ tardi. Comunque la prima prova non è andata un granché bene.

Anna ha provato da sola ma le faceva male. Con la panciona in mezzo non è il massimo della comodità. “Dai, provo io”, le ho detto. “Sono un esperto di patate” (o almeno mi piacerebbe esserlo). Diciamo che sono un profondo estimatore di gnappe. Questo sì.

Olio di mandorla e via. Ma lei non riusciva a rilassarsi e a tratti sentiva comunque male per la gnappa ultrasensibile. Dovevo stare attentissimo e la pratica è stata tutt’altro che erotica. Ho sentito una patata-canotto che spero torni in forma prima o poi dopo il parto.

Insomma, magari ci riproveremo in questi giorni (tra un pranzo di Natale e una cena di auguri, sai che ispirazione!), se tutti dicono che è utile ci sarà un motivo. Per come sta andando però, credo saremo rimandati a settembre in “massaggio perineale”. Sarà per la prossima.