Cerco casa disperatamente

Cerco casa disperatamenteE’ da febbraio che io e Anna cerchiamo casa. Da molto prima di rimanere incinti. Quando ne andavamo a vedere una e dopo di noi si presentava all’appuntamento successivo la classica coppia già “in attesa” pensavamo: “Ecco, speriamo di non ridurci mai così”. Cioè ad avere fretta nel cercare una casa da comprare, visto che quella dove siamo in affitto adesso è troppo piccola per tre, con il countdown che arriva sempre più vicino all’ora X, quando saremo presi da poppate, cacche, pianti notturni e colichette.

E invece ci siamo cascati! Ed eccoci qui, ora, a rimbalzare ancora al sesto mese da un’agenzia immobiliare all’altra, da un quartiere all’altro di Milano, a stringere mani ad agenti immobiliari di tutti i itipi (da quelli tipo Big Jim a quello trasandato schizofrenico) con la pancia ormai oltremodo visibile e con la fregola di chi sa che almeno entro dicembre deve aver trovato la giusta sistemazione, visto che poi avere il tempo solo per andare a vedere una casa sarà un’impresa sempre più ardua.

Domani abbiamo preso un appuntamento per la nostra prima proposta di acquisto, dopo aver girato la città per sette mesi e aver visto almeno almeno una settantina di appartamenti. Che Dio ce la mandi buona.