Archivi tag: vizio

Il nuovo passatempo, le dita nel naso

dita nel naso okIl gnappo ha scoperto un nuovo anfratto: il suo naso. Finora l’esplorazione era arrivata alle orecchie, con quelle ditina piccole che cercavano di infilarsi in profondità alla ricerca chissà cosa. Si frugava spesso, anche mentre stava mangiando. Quel che temevo era che, essendo le dita molto sottili, arrivassero fino al timpano e si facesse male.

La pediatra ci ha detto invece che questa attività speleologica è normale. Però il naso era ancora un tabù. Che in questi giorni è stato infranto. Ieri si è infilato il ditino nel nasino quasi tutto il tempo prima di addormentarsi. E anche stamattina si è ricordato, tanto per essere sicuro che il naso ci fosse ancora.

Mi fa un po’ impressione perché quando si infila il dito nel naso, non si limita a un’esplorazione furtiva come farebbe qualsiasi adulto in coda in macchina al semaforo. No. Lui va proprio in profondità con quel salsicciotto e spero solo che non si faccia male o che magari con quelle manacce sempre sporche, non si prenda qualche batterio strano (paranoia ipocondriaca paterna incombe).

Continua a leggere

I bambini nel lettone, dall’abitudine al vizio?

Da quando abbiamo cambiato casa Anna ha cambiato il modo di allattare il gnappo. Ora lo mette nel lettone perché, dice, così sia lui che lei sono più comodi, ma soprattutto lui si agita e si distrae di meno e (se va bene) riesce a poppare di più.

Quindi ad ogni poppata si mettono coricati nel nostro talamo nuziale. Anche di notte. Se lo allatta verso le 2, perché lui si sveglia piangendo, poi di solito lo riporta nel lettino. Se invece si sveglia verso le 5, le 6 o giù di lì, lei lo tiene nel lettone così di solito si riesce ad riaddormentare. Altrimenti, 9 volte su 10, lui difficilmente si riaddormenta dopo la poppata dell’alba.

Anche stanotte è successo, peccato che il gnappo alle 6 e mezza fosse già sveglio come un grillo e iniziasse a smanacciare a destra e a manca.

Ora il mio dubbio è questo: è giusto portare il gnappo nel lettone di notte per la poppata? E’ giusto tenerlo lì dall’alba fin verso le 8 (se va bene) sperando che si riaddormenti? Non è che poi prende l’abitudine (o il vizio) e si sveglierà apposta per venire nel lettone? Quando finiranno queste poppate e questi risvegli notturni che a me sinceramente hanno un po’ rotto la minkia (figuriamoci alla mia dolce metà!).

Continua a leggere