Archivi tag: mamme

I gruppi delle mamme dell’asilo su WhatsApp

whatsapp– Chiedo un consiglio anche io: sto introducendo il latte vaccino già da una decina di giorni e mia figlia è diventata un poco stitica…è normale?
– Anche il mio soffre la stitichezza da quando aveva più o meno un anno. Non l’ho collegato con latte vaccino. Gli devo dare un lassativo (dal pediatra) e gli metto i semi di lino macinato nel cibo… poi anche le prugne in purè o la marmellata sul pane… comunque, la stitichezza è molto comune nei bimbi piccoli.
– La pediatra mi ha dato il macrogol 4000…dopo un paio di giorni non ha avuto effetto…io preferirei lavorare sull’alimentazione..anche se G. non gradisce la frutta..uff, mi fa una tenerezza
– Prendeva già il latte artificiale?
– Dai 7 mesi
– E si liberava una bellezza..anche troppo!!!
– Ok allora stai tranquilla
– Cerca di dargli fibre
– A me la pediatra aveva dato i clisterini all’occorrenza, magari prova con il latte di soia….
– Ok, le provo tutte un poco alla volta e vedo cosa funziona meglio
– Anche al mio è capitato e neanche lui va matto per la frutta. Stai tranquilla che andrà tutto bene!

Questa conversazione di cacca (nel senso proprio, si intende…) è un pezzo di chat su WhatsApp del gruppo delle mamme del nido. Loro lo usano per tutto: consigli, sfoghi, dubbi, condivisione delle loro foto delle vacanze, ringraziamenti, cosa guardare la sera in tv ecc. Il tutto condito da una marea di emoticoglions.

Continua a leggere

La festa del genitore 2

festa della mamma 2014Non ci posso credere. Abbiamo passato un’altra festa della mamma. O festa del “genitore 2” che dir si voglia. “In teoria io sarei il genitore 1”, mi ha detto Anna quando le ho fatto gli auguri. Ma a casa mia decido io e quindi lei è il genitore 2. Così, per convenzione. Perché poi dovrei essere io il genitore 2?

Comunque, anche sta festa della mamma ce la siamo levata dalle… Rileggevo i post del 2012 e del 2013, scritti per l’occasione. Non ci posso credere sia già passato un anno. Ci dev’essere una macchina del tempo che accelera i secondi, un poltergeist, un folletto che scherza con il tempo.

Ieri siamo andati a festeggiare dai miei e sono venuti pure gli altri nonni. Siamo stati insieme da pranzo fino a sera. Siamo stati bene. E’ un piacere quando i quattro nonni vanno d’accordo. Perché gli scazzi tra consuoceri sono dietro l’angolo. Invece noi per ora ci siamo salvati. E non è poco, soprattutto in pranzi domenicali e feste comandate.

Continua a leggere

Incontro tra papà blogger

Papà al centro evento

Da sx Michele Ricci, Vittore Mescia, Stefano Florio, Francesco Uccello, Luca Ticozzi

Ce l’abbiamo fatta. Venerdì sera ci siamo trovati. Live. Ed è stata una bella cosa parlare, raccontare e condividere pensieri ed esperienze che ognuno ha vissuto in prima persona e che poi, per mille ragioni, è arrivato a scrivere su un blog. Alla prima serata di Papà al centro (la mostra e gli eventi continuano fino al 28 settembre, qui il programma) eravamo in cinque papà blogger.

Vittore (Il mio super papà), Francesco (Mo te lo spiego a papà), Federico (Paternità Oggi), e Luca (PapoLuca). Altri papà blogger erano stati invitati, ma non sono riusciti a venire, tra questi il vecchio Gae (Stratobabbo) e Daniele (BabbOnline) che come ha detto Massimo erano comunque presenti tra noi “in spirito”. Sarà per la prossima.

Continua a leggere

Quell’irrefrenabile voglia di parchetto

Sandali-alla-schiavaQuando vado al parco vedo diversi papà con i loro figli. Che bravi, mi dico, anche loro qui. Ma perché noi papà andiamo al parchetto? Forse perché vogliamo lasciare tranquilla un po’ la mamma. O magari perché abbiamo voglia di spingere l’altalena e mettere sugli scivoli i loro pargoli. Seee, vabé, e due più due fa cinque. No, il motivo è un altro: al parco c’è gnocca. Soprattutto adesso che è estate ed è via libera per gambe e braccia scoperte, decolleté in vista, sandali, gonne e minigonne, magari con quell’effetto vedononvedo, che è meglio che non vedo, perché se vedo…

Una volta noi papà andavamo in discoteca o nei discopub anni ’90. Oppure il sabato pomeriggio in centro. Adesso, a noi uomini con prole in cerca di belvedere è rimasto solo il parchetto. Per carità, non è che in ogni parchetto per forza ci sia sempre un defilé di stragnocche. Spesso la popolazione over 60 supera quella under 40, anche nelle zone per i bimbi. Ma mediamente qualche mamma, o baby titter sitter piacevole c’è sempre. Così, quando i papà sguinzagliano i nanetti tra altalene, scivoli, giostre e castelli di legno, si può facilmente unire l’utile al dilettevole e rifarsi un po’ gli occhi. Mica c’è niente di male, il piacere rimane estetico. O estatico. Dipende. Honi soit qui mal y pense.

Continua a leggere

Festa della mamma 2012, auguri a tutte

Eh sì, di mamma ce n’è una sola. E per fortuna!! E quindi che dire… Buona festa della mamma a tutte le mamme. Che se non ci foste voi bisognerebbe inventarvi. Mamme d’antan, mamme casalinghe o manager, mamme in dolce attesa, mamme già nonne, Milf o illibate (ehm.. no, questo è un paradosso).

Mamme di tutto il mondo unitevi! Mamme du du du, in cerca di guai (ah no, quelle erano donne). Mamme alla riscossa, mamme che si fanno un mazzo così dalla mattina alla sera, mamme affezionate a quella gonna un po’ lunga (sì, questa era una mamma), mamme che si fanno la french perché hanno 8 baby sitter e a loro glie fà un baffo la maternità, mamme che la sera crollano stremate a letto.

Mamme uniche, mamme insostituibili, mamme bellissime perché son tutte belle le mamme del mondo. Mamme stronze, mamme dolcissime. Mamme felici o mamme giù di morale.

Insomma, a voi, mamme di qualsiasi tipo, forma o dimensione, di qualunque etnia, religione o età. Buona festa della mamma!

NB. non che io ami particolarmente queste feste (della mamma del papà, dei nonni, degli zii, dei cugini, del nipote del portinaio, delle streghe o degli innamorati), ma tutto serve per far girare l’economia no?!

Il video delle Olimpiadi di Londra sulle mamme

Facendo un salto sul blog di GiorgiaLand ho visto questo video che gira in rete già da qualche giorno e ormai immagino avranno visto tutti. Arrivo sempre sul pezzo in anticipo!

Comunque, era solo per dire la mia sul video in questione. Forse è piaciuto più a me che ad Anna. Ieri le ho mandato il link via mail. Lei lo aveva appena visto dalla sua “Bibbia” Machedavvero leggendo anche i commenti a riguardo. Ecco la sua risposta:

“Ci sono mamme che si commuovono….buahahahah! Io non sarei così orgogliosa di svegliarmi alle 5 tutte le mattine per preparare uova sode, fare lavatrici e passare i pomeriggi in palestra. Povere piccole mamme, e fatevi una vita, no?!   (Al gnappo facciamo fare il campionato di rigurgito in lungo!!)”.

Ora capisco perché l’ho sposata. Quando fa così è il mio idolo. Probabilmente mi sono emozionato più io di lei nel vederlo. E non è che mi sia scesa proprio la lacrimuccia, sia chiaro.

Continua a leggere

Donne e forum, un po’ di considerazione per i maschi please!

I problemi tra uomo e donna sono spesso causati dall’incomprensione reciproca. A volte maschi e femmine viaggiano su binari paralleli. C’è però un modo per capire meglio l’universo femminile. E’ semplice e lo consiglierei a tutti i colleghi maschi: amici, leggete i forum di donne su internet. Vi si aprirà un mondo.

A volte seri e impegnativi, altre assurdi e melensi, leggendo i vari commenti lasciati dalle donne 2.0 nelle varie discussioni ci si può fare un’idea generale di come funziona il complicato macrocosmo del cromosoma XX.

Ho notato che le donne su internet sono una potenza. Si consigliano, si confortano, si incoraggiano a vicenda, si scambiano complimenti e soprattutto scrivono tanto e di tutto.

Dalla stitichezza al sesso anale, dalla contraccezione alla gravidanza, passando per la masturbazione e i problemi di coppia. Insomma, c’è solo l’imbarazzo della scelta per capire come la pensano le donne (non tutte certo, ma comunque un campione significativo). Continua a leggere