Togliere il pannolino, lo spannolinamento definitivo

gnappo dormiensE’ passato più o meno un anno e mezzo da quando abbiamo iniziato le prime prove di spannolinamento del gnappo. Vedere la data dei vecchi post mi aiuta a ricordare il tempo che passa. Il percorso è stato lungo, ma ce la stiamo facendo.

Prima di tutto devo dire che il gnappo è sempre stato bravissimo. Non ha fatto grandi storie, né quando gli abbiamo tolto il ciuccio, né quando abbiamo provato a lasciarlo senza pannolino di giorno.

Poi, più per nostra comodità che per altro, glielo abbiamo lasciato su solo quando dormiva, pisoli compresi. Prima di tutto perché lui ha il sonno pesante e non si sveglia neanche con le cannonate e poi perché non avevamo voglia di alzarci altre volte la notte per portarlo a fare pipì.

Continua a leggere

Autosvezzamento, ovvero: lui si svezza da solo

autosvezzamentoE siamo “già” allo svezzamento. Per modo di dire, visto che The Second ha ormai 7 mesi e sarebbe anche ora di staccarlo da quelle tette che prima o poi potrebbero anche tornare al legittimo usufruttuario, cioè il sottoscritto.

Lui ha i suoi tempi. E’ il mantra che mi ripeto ogni volta.

Vi ricordate la crisi (mia, più che di Anna) con l’allattamento? Era fine maggio. E poco prima avevo scritto un altro post pensando di vedere la luce in fondo al tunnel. Illuso io. Ma sta di fatto che Anna ha tenuto duro, l’allattamento al seno è continuato, lui il latte dal biberon non l’ha mai preso (è un testone proprio), ma intanto è arrivato il momento di dargli anche altro cibo. O almeno provarci.

Continua a leggere

Io e mio padre

scuola guidaNon parlo quasi mai di mio padre. Forse perché la sua presenza è sempre stata molto discreta. Ma lui c’è e c’è sempre stato. Il nostro rapporto può sembrare un po’ freddo a volte, ma al di là del mio atteggiamento spesso distaccato, gli voglio bene. E’ una frase fatta dire “vorrei poter essere un papà bravo come è stato lui”. Ok. Però per certe cose è vero.

Adesso lui è un nonno felice, ma non come Gino Bramieri nella sitcom anni ’90 con Franco Oppini e Paola Onofri. Che sia felice lo vedo dai suoi occhi, quando gioca a pallone col gnappo o quando tiene in braccio The Second. E questi piccoli momenti di gioia se li è meritati tutti.

Continua a leggere

Dan Bilzerian, tutte le donne del re di Instagram

Dan Bilzerian figheNon conoscevo Dan Bilzerian. Ho sentito parlare di lui da alcuni amici. Pensavo fosse un artista di circo polacco, ma dopo aver scritto il suo nome alla bell’e meglio su Google (Dan Belrian, Balarian, Bulzerian, Buzzurian) mi si è aperto un mondo.

Dan Bilzerian, ovvero l’essenza di quello che ogni maschio vorrebbe essere…

Continua a leggere

Acquario di Genova con i bambini, le tartarughe e delfini

delfini acquario di genova vascaEro andato a letto tardi la sera prima. Avrò preso sonno verso le 3. E l’idea di svegliarmi dopo 5 ore per andare all’Acquario di Genova e stare in ballo tutto il giorno non  era proprio il massimo. Però nei weekend bisognerà pure far qualcosa di costruttivo e possibilmente “istruttivo” per il gnappo grande. Altrimenti va a finire che ci chiudiamo tutto il giorno in casa a rincoglionirci davanti ai cartoni.

E’ servita però un po’ di sana motivazione per svegliarmi e partire alla volta di Genova dopo esserci infilati tutti in macchina (con condizionatore rotto). Però visto che ero stato invitato dalla Eagle Pictures per la presentazione dei primi due volumi di Sammy & co., che il programma della giornata era interessante e non stressante e che al gnappo i pesci piacciono molto (oltre al fatto che né io né Anna avevamo mai visto l’acquario), ho fatto un piccolo sovrumano sforzo e ho vinto la forza d’inerzia che mi tiene ancorato a casa.

Continua a leggere

Il laureato dell’asilo nido

laureaDevo ammetterlo, un po’ mi sono commosso. Strano… La lacrimuccia facile però non mi è scesa del tutto e comunque si sarebbe confusa con il sudore che mi colava sulla faccia, visto il caldo che c’era in quella piccola sala, con le tapparelle giù e cinquanta persone respiranti dentro.

Nonostante le condizioni microclimatiche proibitive, The Second in braccio (che per fortuna è stato bravo) e lo slalom tra le teste che avevo davanti per godermi la scena è stato un bel momento. E sono felice di non essermelo perso. Le emozioni, tante, ci sono state alla festa per la fine dell’asilo nido.

Continua a leggere

I primi sei mesi di The Second

6 mesi bambinoGià sei mesi. Mamma mia. Non ci voglio pensare. Tempus fugit. E di brutto anche. The Second oggi compie il suo primo mezzo anno di vita. Credo dirò la stessa cosa per i suoi 18 anni. Perché so già adesso che da qui a lì c’è un soffio.

Giusto per non fare confronti con il fratello maggiore (che brutto fare confronti… e vabbé), il gnappo alla sua età era un filino più “autonomo”. Restava dritto con la schiena da solo, iniziava lo svezzamento, di notte piangeva ma non mangiava quasi più.

Continua a leggere